Direzione dei lavori e collaudo nel rinforzo strutturale con sistemi FRP

Domenico Brigante

SPESSO LO ACQUISTANO CON

Direzione dei lavori e collaudo nel rinforzo strutturale con sistemi FRP 30.00 €
Apertura vani in pareti portanti in zona sismica 35.00 €
Apertura fori in solai in latero-cemento 38.00 €

Totale:

Acquistandoli insieme risparmierai

AGGIUNGI AL CARRELLO

DESCRIZIONE

Materiali compositi - Processi di fabbricazione - Scelta del sistema composito - Normativa per i sistemi FRP - Certificato di idoneità tecnica per FRP - Normativa per i sistemi FRCM - Esempi applicativi - Particolari costruttivi

I sistemi di consolidamento strutturale basati sull’uso di materiali FRP costituiscono, da oltre dieci anni, una delle principali tecnologie di rinforzo strutturale di edifici in c.a. e muratura utilizzate sul territorio nazionale.

Il volume è uno strumento per quei tecnici che, nel ruolo di Direttore dei Lavori e Collaudatore, si trovano a lavorare nel l’ambito di opere di consolidamento con sistemi FRP. Lo scopo è quello di definirne il ruolo al fine di schematizzare e semplificare le attività professionali da svolgere.

Vengono analizzate le seguenti norme inerenti le modalità di progettazione, esecuzione e collaudo di interventi di rinforzo con sistemi FRP:

  • Documento Tecnico del CNR-DT 200-04 e ss.mm.ii.;
  • Linee Guida del C.S. dei LL.PP. del 24 luglio 2009;
  • Capitolo 11 delle NTC2008 in cui si esplicita che i materiali ed i prodotti per uso strutturale, utilizzati nelle opere relative alle norme sopracitate devono essere univocamente identificati e qualificati dal produttore ed accettati dal Direttore Lavori: «I materiali e prodotti per uso strutturale innovativi devono essere in possesso di un Certificato di idoneità tecnica all’impiego rilasciato dal Servizio Tecnico Centrale sulla base di Linee Guida approvate dal Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici»;
  • Decreto del Presidente del C.S. dei LL.PP. 9 luglio 2015, n. 220, che ha approvato la «Linea Guida per la identificazione, la qualificazione ed il controllo di accettazione di compositi fibrorinforzati a matrice polimerica (FRP) da utilizzarsi per il consolidamento strutturale di costruzioni esistenti», che consente l’ottenimento del C.I.T. da parte delle aziende produttrici di sistemi FRP ed il relativo utilizzo per uso strutturale ai sensi delle normative sopracitate.

NOTE SUL SOFTWARE INCLUSO

Il software incluso gestisce i seguenti modelli per la verifica ed il collaudo in cantiere di sistemi FRP per il rinforzo strutturale, a cura del Direttore dei Lavori e del Collaudatore:

  • Accettazione in cantiere sistemi di consolidamento FRP – Sistema di rinforzo preformato (Direttore dei Lavori);
  • Accettazione in cantiere sistemi di consolidamento FRP – Sistema di rinforzo realizzato in situ (Direttore dei Lavori);
  • Collaudo sistemi di consolidamento FRP – Supporto strutture in c.a. (Collaudatore);
  • Collaudo sistemi di consolidamento FRP – Supporto strutture in muratura (Collaudatore).

Utilità disponibili con il software: Glossario (principali termini tecnico-normativi); F.A.Q. (domande e risposte più frequenti); Test iniziale (verifica formazione di base); Test finale (verifica concetti analizzati).

Requisiti hardware e software: Processore da 2.00 GHz; MS Windows Vista/7/8/10 (è necessario disporre dei privilegi di amministratore); MS .Net Framework 4 o vs. successive; 250 MB liberi sull’HDD; 2 GB di RAM; MS Word 2007 e vs. successive; Accesso ad internet e browser web.

Autore
Domenico Brigante
, ingegnere, dopo la laurea ha conseguito un dottorato di ricerca. L’esperienza di laboratorio, sostenuta da una comprovata esperienza pratica di progettazione e cantiere ha condotto alla realizzazione di numerosi articoli e di tre importanti brevetti sull’argomento.

Indice

Introduzione

1. I materiali compositi
1.1.
Definizione e caratteristiche
1.2. Le fibre
1.3. Fibre di carbonio
1.4. Fibre di vetro
1.5. Fibre Aramidiche
1.6. Altre tipologie di fibre
1.7. Le matrici
1.8. Resine epossidiche
1.9. Altre resine
1.10. Altre tipologie di matrici

2. Processi di fabbricazione
2.1.
Laminati in situ
2.2. Preformati
2.3. Reti in FRP
2.4. Nuovo macchinario per impregnazione semiautomatizzata di sistemi FRP
2.5. Altre tecnologie di produzione

3. Scelta del sistema composito
3.1.
Vantaggi dei materiali compositi
3.2. Radiotrasparenza
3.3. Progettabilità dei materiali
3.4. Comportamento nei confronti del fuoco
3.5. Resistenza ai raggi ultravioletti
3.6. Comportamento nei confronti dell’umidità

4. Normativa per i sistemi frp
4.1.
FRP – Fiber Reinforced Polymers
4.2. D.M. 14/09/2005 (G.U. n. 222 del 23/09/2005)
4.3. D.M. 14 gennaio 2008 (G.U. n. 29 del 4/02/2008)
4.4. Il documento tecnico italiano CNR-DT 200/04
4.5. Le Linee Guida dell’Assemblea Generale del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici
4.6. Bozza Linee Guida – Dipartimento Protezione Civile – ReLUIS
4.7. CNR-DT 200 R1/2013
4.8. Decreto del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici n. 220 del 9/07/2015

5. C.I.T. – Certificato Idoneità Tecnica FRP
5.1.
Sistemi di rinforzo preformati
5.1.1. Classificazione
5.1.2. Qualificazione
5.1.3. Identificazione
5.1.4. Le prove
5.1.5. Procedure per il rilascio del Certificato di Idoneità Tecnica (CIT)
5.1.6. Controlli di accettazione in cantiere
5.2. Sistemi di rinforzo realizzati in situ
5.2.1. Classificazione
5.2.2. Qualificazione
5.2.3. Le prove
5.2.4. Controlli di accettazione in cantiere

6. Normativa per i sistemi FRCM
6.1.
Introduzione ai sistemi FRCM
6.2. Le normative in campo internazionale
6.2.1. ES-ICC AC434
6.2.2. ACI 549
6.3. Linea guida per la qualificazione dei compositi FRCM
6.3.1. Prove per la qualificazione dei sistemi di rinforzo

7. Il direttore dei lavori ed il collaudatore
7.1.
Controlli di accettazione
7.1.1. Laminati pultrusi
7.1.2. Laminati in situ
7.1.3. Scheda di sintesi per l’accettazione
7.2. L’impresa
7.3. Collaudo
7.3.1. Prove semi-distruttive
7.3.2. Prove non distruttive
7.4. Monitoraggio

8. Esempi di applicazione
8.1.
Chiesa di Nicoya in Costa Rica – Muratura
8.2. Struttura alberghiera in c.a.
8.3. Molo in c.a. (Costa Rica)
8.4. Edificio scolastico
8.5. Antisfondellamento struttura ospedaliera

9. Particolari costruttivi
9.1.
Rinforzo a flessione trave in c.a.-carbonio
9.2. Rinforzo a taglio trave in c.a.-carbonio
9.3. Confinamento colonne in c.a.-carbonio
9.4. Rinforzo a flessione trave in acciaio-carbonio
9.5. Rinforzo a taglio muratura-carbonio
9.6. Confinamento muratura-carbonio
9.7. Rinforzo a flessione trave in legno-carbonio
9.8. Rinforzo a flessione solaio latero-cementizio/carbonio
9.9. Rinforzo a taglio muratura-aramide
9.10. Confinamento muratura-aramide
9.11. Antisfondellamento solai
9.12. Rinforzo pannelli muratura

10. INSTALLAZIONE DEL SOFTWARE INCLUSO
Note sul software incluso
Requisiti hardware e software
Download del software e richiesta della password di attivazione
Installazione ed attivazione del software

BIBLIOGRAFIA, NORMATIVE E SITI WEB

CHI HA ACQUISTATO QUESTO HA COMPRATO ANCHE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. n.163/2003 e secondo le finilità illustrata nell'informativa