PRESTITO FLESSIBILE

12/12/2005

2.148 volte
La Cassa Depositi e Prestiti, Con la Circolare n. 1263 del 25 novembre 2005, ha introdotto il Prestito flessibile, pèrestito a medio-lungo periodo destinato al finanziamento di opere pubbliche e che, tra l'ltro, che prevede: - un periodo di preammortamento (compreso tra 1 e 6 anni), a scelta dell'ente, più lungo rispetto a quello del prestito Ordinario; - la possibilità di ridurre, a costo zero, l'importo del finanziamento in rapporto alla effettiva spesa di investimento e di restituire solo quanto erogato durante il preammortamento e il periodo di utilizzo; - l'opportunità di usufruire, a date prestabilite, delle migliori condizioni di mercato, cambiando il regime dei tassi di interesse; - la possibilità di rinunciare al finanziamento a costo nullo nel caso in cui l'opera non venga realizzata; - la possibilità di richiedere un periodo di utilizzo aggiuntivo a costo nullo nel caso si rendano necessarie erogazioni anche durante il periodo di ammortamento per completare l'opera. L'importo minimo del prestito flessibile deve essere pari a 2 milioni di euro ed è rivolto a Comuni, Province, città metropolitane, comunità montane, comunità isolane e unioni di Comuni che ne facciano richiesta, attraverso apposita domanda di finanziamento. Sono escluse Regioni e Spa miste locali. Possono essere finanziati gli investimenti da realizzare in più anni e può trattarsi di una singola opera oppure di un insieme di opere “integrate”, per le quali siano stati approvati i progetti definitivi/esecutivi. La durata complessiva del contratto può variare tra 5 e 30 anni ed il finanziamento nasce con una struttura a tasso variabile: settimanalmente viene determinato lo Spread Unico (la maggiorazione da applicare per la determinazione del tasso di interesse variabile e di quello fisso) per ciascuna combinazione di durata del preammortamento e dell'ammortamento. Il contratto e lo schema di domanda sono allegati alla Circolare. © Riproduzione riservata

PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

PARTECIPA PER PRIMO ALLA DISCUSSIONE
Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. n.163/2003 e secondo le finilità illustrata nell'informativa