CRESCITA SETTORI COMMERCIALE ED ALBERGHIERO

12/01/2007

1.939 volte
Nonostante le manovre fiscali del Decreto Visco-Bersani e le novità introdotte dalla Finanziaria 2007 con ogni probabilità il mercato immobiliare italiano resterà stabile anche nel 2007.

I mercato immobiliare italiano risulta essere abbastanza flessibile in quanto diversificato, infatti è possibile individuare diversi mercati immobiliari quali:
  • il mercato del mattone tradizionale: edilizia residenziale, commerciale, uffici, strutture ricettive etc.
  • i fondi Immobiliari quotati
A questi mercati bisogna aggiungerne un terzo che e quello delle SIIQ (Società quotate di investimento immobiliare). Le SIIQ sono società di capitale, che hanno come principale attività l'acquisto e la gestione di beni immobili a reddito destinati alla locazione. A condizione di distribuire almeno il 85% degli utili imponibili, le SIIQ non sono tassate e gli utili di natura immobiliare vengono tassati direttamente in capo a chi li percepisce.

Secondo il presidente di Scenari Immobiliari Mario Breglia, il mercato tradizionale nel 2007 vedrà una involuzione nel numero delle compra-vendite nel mercato residenziale che sostanzialmente è arrivato al termine della sua corsa con una sostanziale stabilità delle sue quotazioni; ha dichiarato sempre Breglia che "le compravendite subiranno un calo del 7% e scenderanno da 860 mila a circa 800 mila compravendite nel 2007".

Scenari diversi il presidente Breglia ha ipotizzato per il resto del mercato immobiliare tradizionale dove la parte del leone dal punto di vista degli investimenti e delle compravendite lo farà il mercato immobiliare alberghiero, con a seguire l'immobiliare commerciale soprattutto i piccoli negozi, la grande distribuzione e gli uffici.
br> Risentirà anche il mercato dell`affitto che risulta essere poco remunerativo e con canoni troppo alti, tanto da non renderlo conveniente rispetto alle rate di mutuo necessarie per l`acquisto.
© Riproduzione riservata

PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

PARTECIPA PER PRIMO ALLA DISCUSSIONE
Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. n.163/2003 e secondo le finilità illustrata nell'informativa