GARE SENZA ONERI

14/02/2007

2.533 volte
Secondo quanto disposto in un comunicato del 16 gennaio 2007 dall’Autorità di vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture, a partire dal 1° febbraio scorso sono entrate in vigore le disposizioni di cui alla deliberazione 10 gennaio 2007 e che le stesse si applicano a tutti i contratti pubblici soggetti all'applicazione del decreto legislativo n. 163 del 2006 ed aventi ad oggetto l'acquisizione di servizi e forniture e la realizzazione di lavori pubblici, relativi sia ai settori ordinari che ai settori speciali, indipendentemente dalla procedura adottata o dal contratto affidato.

Le disposizioni di cui alla deliberazione del 10 gennaio 2007 si riferiscono a tutti i contratti pubblici soggetti all'applicazione del decreto legislativo n. 163/2006 ed aventi ad oggetto l'acquisizione di servizi e forniture e la realizzazione di lavori pubblici, nei settori «ordinari» e nei settori «speciali», indipendentemente dalla procedura adottata o dal contratto affidato.

Ricordiamo che, secondo quanto previsto dall'art. 2 (Entità della contribuzione per i contratti di lavori pubblici, forniture e servizi) della deliberazione dello scorso 10 gennaio, le stazioni appaltanti e gli enti aggiudicatori di cui agli articoli 32 e 207 del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163, gli operatori economici che intendono partecipare a procedure di scelta del contraente attivate dai soggetti precedenti sono tenuti a versare a favore dell'Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture, i seguenti contributi :

Importo posto a base di gara
(in migliaia di euro)
Quota per la stazioni appaltanti
(in euro)
Quota per ogni partecipante
(in euro)
da 150 fino ad un importo inferiore a 500
150,00
30,00
da 500 fino ad un importo inferiore a 1.000
250,00
50,00
da 1.000 fino ad un importo inferiore a 5.000
400,00
80,00
oltre 5.000
500,00
100,00

La stazione appaltante è tenuta al versamento del contributo all'avvio della procedura e le imprese al momento della presentazione dell'offerta. Sono esonerati dal pagamento del contributo i contratti il cui importo a base di gara è inferiore a 150.000 euro; nel caso di appalti di lavori pubblici, l'importo a base di gara, da considerare ai fini della individuazione delle soglie di contribuzione, deve intendersi comprensivo degli oneri di sicurezza.

Al fine di consentire il corretto funzionamento del sistema SIMOG, le stazioni appaltanti debbono procedere alla richiesta del Codice Identificativo Gara (CIG) anche per procedure di importo inferiore a 150.000 euro.
Sono esclusi dall'obbligo di richiesta del CIG i contratti di servizi e forniture di importo inferiore a 20.000 euro ed i contratti di lavori pubblici di importo inferiore a 40.000 euro.
Sono esclusi dall'obbligo del versamento del contributo e della richiesta del codice identificativo le seguenti fattispecie:

  • le gare per l'acquisto di energia elettrica o gas naturale e quelle per l'acquisto di acqua all'ingrosso, di cui all'art. 25 del codice;
  • le gare per l'individuazione di partner privati nell'ambito di società miste; i contratti di cui agli articoli 16, 17 e 18 del codice.
La deliberazione entra in vigore il 1° febbraio 2007 e si applica a tutte le procedure avviate da quella data in poi. Per le procedure relative ad esecuzione di lavori pubblici avviate entro il 31 gennaio 2007 si continuano ad applicare le disposizioni di cui alla deliberazione del consiglio dell'Autorità del 26 gennaio 2006, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 25 del 31 gennaio 2006.

Per avvio della procedura si intende la data di pubblicazione del bando di gara ovvero, nel caso di procedure senza previa pubblicazione di bando, la data di invio della lettera di invito a presentare l'offerta. La data di pubblicazione del bando a cui fare riferimento è quella di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana ovvero quella di pubblicazione sull'albo pretorio ove previsto dal codice.

Il pagamento della contribuzione avviene con le seguenti modalità:
  • mediante versamento on line collegandosi al portale web «Sistema di riscossione», all'indirizzo http://riscossione.avlp.it seguendo le istruzioni disponibili sul portale;
  • mediante versamento sul conto corrente postale n. 73582561, intestato a «AUT. CONTR. PUBB.» via di Ripetta, 246 - 00186 Roma (codice fiscale n. 97163520584), presso qualsiasi ufficio postale. La causale del versamento deve riportare esclusivamente:
    • il codice fiscale della S.A.;
    • il CIG che identifica la procedura.
Gli estremi del versamento effettuato presso gli uffici postali devono essere comunicati al sistema on-line di riscossione all'indirizzo http://riscossione.avlp.it

A cura di Gianluca Oreto
© Riproduzione riservata

PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

PARTECIPA PER PRIMO ALLA DISCUSSIONE
Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. n.163/2003 e secondo le finilità illustrata nell'informativa