ABITARE IL MEDITERRANEO

12/04/2007

1.853 volte
La Consulta Regionale degli Ordini degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Sicilia, in occasione del IV Congresso Regionale degli Architetti PPC Siciliani e della XIV Assemblea Generale dell’UMAR (Unione Mediterranea degli Architetti), che si celebreranno a Catania dal 12 al 14 Aprile 2007, ha bandito il premio internazionale di realizzazioni architettoniche:
"Abitare il Mediterraneo"

con il patrocinio del Consiglio Nazionale degli Architetti P.P.C. ed con il partenariato dell’ U.M.A.R.
Il Premio Internazionale di realizzazioni architettoniche era aperto ai professionisti che, attraverso il loro lavoro, idee e passioni incidono sulle trasformazioni della società nel Mediterraneo ed aveva come obiettivo la circolazione di idee e progetti. Al tempo stesso l’iniziativa intendeva evidenziare il profondo intreccio fra architettura e società e la capacità di tanti architetti di evolversi e interpretare i bisogni di cambiamento e trasformazione del territorio in cui operano.

Il Premio si è svolto integralmente per via telematica e il giorno 1 aprile si è riunita la giuria composta dal Presidente della Consulta Regionale, Salvatore La Mendola; Il delegato del Presidente dell’UMAR, Pedro Guilherme; l’architetto Maria Giuseppina Grasso Cannizzo, libero professionista; la coordinatrice del Premio, Giusi Pagliarello; il responsabile del Premio, Pietro Paolo Mincio.
Si è preso atto che a fronte di circa centotrenta iscrizioni, sono state caricate quarantadue cartoline valide. Dopo una prima ricognizione la giuria, con giudizio unanime, tenendo conto dei criteri espressi nel regolamento del Premio, Contemporaneità; Rapporto con il territorio; Rapporto con la tradizione costruttiva e abitativa; ha individuato quattro progetti finalisti:
  • Casa Praticò a Condofuri (RC) Italia, Giovanni Laganà.
  • Casa unifamiliare a Buccheri (SR), Italia, Gianfranco Gianfriddo, Luigi Pellegrino, Francesco Cacciatore
  • Casa unifamiliare a Pordenone, Italia, Ado Furlan e Vittorio Pierini.
  • Casa unifamiliare a Tinos, Grecia, Pantelis Nicolacopoulos.
La giuria ha assegnato il 1° Premio per il migliore progetto realizzato nel bacino del Mediterraneo a Pantelis Nicolacopoulos, per il volume essenziale che sembra pensato come parte integrante del paesaggio e per la qualità dello spazio interno che in ogni punto si appropria dell’intorno; per la chiarezza dell’impianto; per l’uso misurato e personale dei materiali contemporanei e di quelli legati alla tradizione costruttiva del luogo.
La giuria ha assegnato il 1° Premio per il migliore progetto realizzato in Sicilia a Atelier MAP, Gianfranco Gianfriddo, Luigi Pellegrino, Francesco Cacciatore, che disponendo opportunamente semplici volumi intorno a una corte centrale, hanno creato un paesaggio complesso che esclude il contesto circostante privo di qualità; per la cura del dettaglio e per l’attenzione all’uso dei materiali.
I vincitori saranno ospiti del Congresso Regionale a Catania il prossimo 13 e 14 aprile, e saranno presentati nel corso del Simposio "Abitare il Mediterraneo" che vedrà ospiti illustri come: Paolo Portoghesi, Richard England, Fabrizio Mangoni, Giorgio Piccinato, Alessandro Bianchi; nonché tutte le rappresentanze istituzionali della Regione Siciliana e le rappresentaze nazionali e regionali degli Architetti. © Riproduzione riservata

PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

PARTECIPA PER PRIMO ALLA DISCUSSIONE
Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. n.163/2003 e secondo le finilità illustrata nell'informativa