NUOVA LEGGE PER OTTIMIZZARE L’ENERGIA IN EDILIZIA

17/05/2007

2.564 volte
E' stata approvata in Consiglio regionale, su disegno di legge proposto dalla Giunta, la legge per l' uso ottimale dell' energia negli edifici. Per l'assessore regionale all'Ambiente Nicola De Ruggiero “la nuova legge promuove un rendimento energetico maggiore nell'edilizia, incoraggia un miglioramento energetico nelle nuove edificazioni e nella trasformazione del parco edilizio esistente e una buona gestione energetica del sistema edificio-impianto. Le finalità della nuova normativa servono a dare impulso al miglioramento delle prestazioni energetiche degli edifici piemontesi, tenendo conto delle condizioni climatiche locali, per favorire lo sviluppo, la valorizzazione e l'integrazione delle fonti rinnovabili e la diversificazione energetica".

La nuova legge attua la direttiva comunitaria 2002/91/CE, recepita dall'Italia con il Dlgs 192/05 che detta criteri, condizioni, modalità per migliorare le prestazioni energetiche al fine di favorire lo sviluppo, la valorizzazione e l'integrazione delle fonti rinnovabili e la diversificazione energetica.In particolare la legge prevede:
  • la certificazione energetica degli edifici che, analogamente a quanto accade per gli elettrodomestici, consentirà ai cittadini interessati all'acquisto o alla locazione di un immobile di conoscere le caratteristiche energetiche dello stesso in termini di consumi e di comfort e a fornire raccomandazioni per il miglioramento delle prestazioni energetiche dell'edificio;
  • il miglioramento delle caratteristiche energetiche degli edifici nuovi e oggetto di ristrutturazione che, a fronte di una spesa aggiuntiva minima (al di sotto dell'1% dei costi complessivi) potrà determinare risparmi di energia superiori al 50% di dei consumi attuali;
  • un sistema di autocertificazione per tutti gli impianti termici, attraverso l'apposizione di un bollino verde da parte del manutentore, che permetta di semplificare e diminuire gli oneri economici e gli adempimenti previsti per gli utenti;
  • nuove modalità di ispezione dirette ad individuare gli impianti termici sprovvisti di bollino verde e di manutenzione.
Fonte: www.regione.piemonte.it © Riproduzione riservata

PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

PARTECIPA PER PRIMO ALLA DISCUSSIONE
Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. n.163/2003 e secondo le finilità illustrata nell'informativa