EFFICIENZA PER IL CLIMA VERSO UN'ECONOMIA DELLA QUALITÀ

12/06/2007

2.217 volte
Il premio nasce nel 2001 ed è il primo e unico riconoscimento nazionale assegnato da un'associazione ambientalista in collaborazione con un ente pubblico, la Regione Lombardia, e la consulenza scientifica di due istituti universitari, Politecnico di Milano e Università Commerciale Luigi Bocconi. Dalla prima edizione a oggi il premio ha registrato una crescita importante del numero di partecipazioni raggiungendo quota 180 nello scorso anno e della qualità dei progetti presentati. Non solo innovazioni di prodotto ma sempre più innovazioni orientate al servizio e al sistema.

Quest'anno il premio si articola in tre aree tematiche che hanno lo scopo di declinare in diverse applicazioni, il concetto di efficienza energetica.

Efficienza nei consumi: I beni e i prodotti a basso consumo energetico.
Dagli elettrodomestici agli impianti di climatizzazione, dalle componenti di edifici ai servizi (energia, illuminazione, informazione, commercializzazione, mobilità), in questa sezione saranno valutati i consumi energetici lungo l'intero ciclo di vita del prodotto, dalla progettazione alla dismissione.

In Efficienza nelle politiche di sistema: i Trasporti, protagonista è la mobilità sostenibile. Saranno premiate tutte quelle esperienze di politiche urbane e territoriali volte a potenziare forme di mobilità innovative caratterizzate da basso consumo energetico. Tra queste: le reti di car-sharing, car pooling, il trasposto pubblico e su rotaia. Sistemi utili a scoraggiare l'uso dell'automobile a scopo privato.

Infine la terza sezione Le biomasse e l'innovazione nell'agricoltura, ha lo scopo di valorizzare le nuove opportunità offerte dall'agricoltura per lo sviluppo sostenibile. Saranno prese in esame le esperienze che punteranno sulla qualità dei prodotti, sulla valorizzazione del legame col territorio e sullo sviluppo di filiere bioenergetiche locali.

Ai vincitori andrà il logo “Innovazione Amica dell'Ambiente”, la lampadina dalla foglia verde, con il “Cigno” di Legambiente e il simbolo della Regione Lombardia che, per un anno, potranno essere esposti sul materiale di comunicazione dell' innovazione vincitrice.

Al premio possono partecipare: imprenditori, liberi professionisti, istituti di ricerca e pubbliche amministrazioni. Sul sito internet www.premioinnovazione.legambiente.org è possibile cliccare su tutti i progetti proposti nelle passate edizioni. L'iscrizione al premio è gratuita. Le domande di partecipazione e le schede tecniche devono essere compilate direttamente sul sito e devono essere inviate entro il 31 agosto.

Comunicato stampa LEGAMBINTE


© Riproduzione riservata

PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

PARTECIPA PER PRIMO ALLA DISCUSSIONE
Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. n.163/2003 e secondo le finilità illustrata nell'informativa