SOLE NEGLI ENTI PUBBLICI: 100 PROGETTI PRESENTATI

31/07/2007

3.551 volte
Toccata quota 100 progetti presentati per il bando "Il Sole negli Enti pubblici" pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 126 dello scorso 1 giugno 2007. Molto attivo il Sud che con Sicilia e Calabria rappresenta il 50% del totale di domande presentate. Segue la Toscana con il 15%.

Ricordiamo che il bando promuove la realizzazione di impianti solari termici per la produzione di calore a bassa temperatura realizzati su edifici pubblici, offrendo particolare sostegno agli interventi realizzati tramite il meccanismo del finanziamento tramite terzi. Per l'attuazione del bando sono state destinate risorse finanziarie pari a € 10.334.422,17 e che, pertanto, il bando resterà aperto fino ad esaurimento fondi, a seguito dell'approvazione dei progetti da parte della competente Commissione tecnica.

Possono presentare istanza di cofinanziamento le Pubbliche Amministrazioni e gli Enti Pubblici, ivi incluse le società collegate o controllate dai suddetti Enti ai sensi dell'art.2359 e successivi del c.c., i quali siano proprietari o esercitino un altro diritto reale di godimento o siano possessori o gestori purché autorizzati dal proprietario, della struttura edilizia oggetto dell'intervento.

La percentuale massima del contributo pubblico concesso dal Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare è pari al 50% del costo ammissibile per l'investimento. Tale percentuale è aumentata al 65% nel caso in cui la quota del costo d'investimento a carico del soggetto richiedente sia coperta attraverso finanziamento tramite terzi operato da una ESCO (Energy Service Company), accreditata presso l'Autorità dell'energia elettrica e del gas ai sensi della Deliberazione del n. 103/2003 così come modificata dalla deliberazione 200/2004.

Per costo ammissibile d'investimento si intende la somma delle seguenti voci di costo:
  • progettazione, direzione lavori, collaudo degli impianti;
  • fornitura dei materiali e dei componenti necessari alla realizzazione degli impianti;
  • installazione e posa in opera degli impianti;
  • eventuali opere edili strettamente necessarie e connesse all'installazione degli impianti;
  • dispositivi per il monitoraggio delle prestazioni del sistema.
Le spese ammissibili prese in esame per il calcolo del costo ammissibile d'investimento del progetto devono essere riferiti alle voci di costo considerate al netto dell'IVA.

Per quanto concerne i requisiti tecnici degli impianti incentivabili, ogni singolo progetto dovrà prevedere l'installazione di impianti solari di superficie captante netta non inferiore a 20 mq. Tale superficie potrà essere raggiunta dalla somma di più impianti singoli, a condizione che la superficie minima degli stessi sia non inferiore a 6 mq. © Riproduzione riservata

PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

PARTECIPA PER PRIMO ALLA DISCUSSIONE
Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. n.163/2003 e secondo le finilità illustrata nell'informativa