Bellumvider. La reggia di Federico II di Svevia a Castelvetrano

P. Calamia

Bellumvider. La reggia di Federico II di Svevia a Castelvetrano
Editore: Grafill
ISBN: 88-8207-141-3
Formato: Formato cm.17,00 x cm.24,00 Pagine: 112
Edizione: 2004
ORDINARIA
4.00 €
CORRIERE
5.00 €
Prezzo: € 15.00
Prezzo LavoriPubblici.it: € 13.50
Sconto: 10.00%
Bellumvider è un castello della Sicilia occidentale annoverato nel 1239 nell'elenco dei castra exempta, dell'imperatore Federico II di Svevia.
A causa delle note vicende storiche siciliane, a partire dal 1355, di esso non si ha alcun riscontro nelle fonti storiche ed archivistiche; ne è stata accertata l'esatta ubicazione.
Nel palazzo Ducale della città di Castelvetrano, residenza delle famiglie Tagliavia e Pignatelli Aragona Cortes, sono stati individuati diversi resti di fabbrica riconducibili ad un castello del XIII secolo.
Questo lavoro, supportato da un attento rilievo del palazzo Ducale e attraverso il confronto con architetture sveve coeve, identifica i resti medievali contenuti all'interno del palazzo Pignatelli con il castello federiciano di Bellumvider.
Le caratteristiche architettoniche dell'edificio, pianta quadrilatera con torri ottagonali e l'uso del cubito salomonico, hanno permesso di ipotizzare che si tratta di un edificio del XIII secolo ideato da Riccardo da Lentini, noto architetto di corte.
I resti, finora individuati, consentono la ricostruzione della pianta originaria stabilendo una sorta di anello di congiunzione tra il castello quadrilatero di Catania e il castello ottagonale di Andria. Questa ricerca, infine, arricchisce il panorama degli studi dedicati all'architettura sveva dell'isola, suggerendo una rivisitazione delle conoscenze storiche riguardanti la Sicilia durante il XIII secolo.