Illeciti penali in edilizia Casi e soluzioni

Luigi Levita, Gianluca D'Aiuto

DESCRIZIONE

Sospensione condizionale della pena, demolizione dell’opera abusiva e poteri del giudice - Interventi di restauro e di risanamento conservativo - Esecuzione di opere in violazione di una convenzione dilottizzazione - Completamento dell’opera e individuazione del momento di cessazione dei lavori - Sequestro preventivo di opere abusive ultimate - Pertinenze e permesso di costruire - Persone offese nei procedimenti dei reati urbanistici - Volumi tecnici - Sopravvenuto rilascio del permesso di costruire in sanatoria - SCIA e mutamento di destinazione d’uso senza opere - Avvenuta riparazione del danno quale circostanza attenuante - Privati confinanti e parti civili

Quali opere configurano interventi di restauro o risanamento conservativo?
» Possibile il sequestro preventivo di opere abusive ormai ultimate?
» Quando un manufatto ha carattere di pertinenza e non richiede permesso di costruire?
» Quali devono essere considerati volumi tecnici?
» Il mutamento di destinazione d’uso senza opere è assoggettato a SCIA?
» L’avvenuta riparazione del danno è circostanza attenuante?

Questo pratico fascicolo risponde a queste e alle altre questioni maggiormente dibattute relative ai reati edilizi, tenuto conto dei più recenti orientamenti giurisprudenziali.

Di taglio estremamente pratico, grazie al supporto di consigli operativi, la trattazione fornisce soluzioni ad alcuni casi riguardanti le responsabilità, gli interventi e le opere soggetti al permesso di costruire e i procedimenti per reati urbanistici e paesaggistici.

Autore

Luigi Levita Magistrato. Professore universitario a contratto di Ordinamento Giudiziario. Giudice tributario. Membro elettivo del Consiglio Giudiziario presso il Distretto di Corte d’Appello di Salerno.

Gianluca D’Aiuto Avvocato Penalista. Professore a contratto di Diritto Penale presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università Telematica Pegaso. Dottore di Ricerca in Procedura Penale. Autore

Soluzioni di Diritto è una collana che offre soluzioni operative per la pratica professionale o letture chiare di problematiche di attualità. Uno strumento di lavoro e di approfondimento spendibile quotidianamente. L’esposizione è lontana dalla banale ricostruzione manualistica degli istituti ovvero dalla sterile enunciazione di massime giurisprudenziali. Si giunge a dare esaustive soluzioni ai quesiti che gli operatori del diritto incontrano nella pratica attraverso l’analisi delle norme, itinerari dottrinali e giurisprudenziali e consigli operativi sul piano processuale.

Indice

Quesito 1. Può il giudice subordinare la sospensione condizionale della pena all’eliminazione delle conseguenze dannose del reato mediante demolizione dell’opera abusiva?
• Soluzione
• Gli itinerari dottrinali e giurisprudenziali
Quesito 2. La destinazione del manufatto alle opere dell’agricoltura ed il possesso dei requisiti soggettivi di imprenditore agricolo in capo a chi lo realizza sono elementi rilevanti nella valutazione della rispondenza dell’opera alle prescrizioni dello strumento urbanistico?
• Soluzione
• Gli itinerari dottrinali e giurisprudenziali
Quesito 3. Risponde del reato edilizio il dirigente comunale dell’area tecnica edilizia che, in presenza di opere eseguite in assenza o in totale difformità dal permesso di costruire, ometta di adottare le misure amministrative necessarie ad impedire l’esecuzione delle opere medesime?
• Soluzione
• Gli itinerari dottrinali e giurisprudenziali
Quesito 4. Quali opere sono annoverabili nella categoria degli “interventi di restauro o di risanamento conservativo”, per i quali non occorre il permesso di costruire?
• Soluzione
• Gli itinerari dottrinali e giurisprudenziali
Quesito 5. Integra il reato di lottizzazione abusiva di cui all’art. 44, comma 1, lett. c), d.P.R. n. 380/2001, l’esecuzione di opere in violazione di una convenzione di lottizzazione?
• Soluzione
• Gli itinerari dottrinali e giurisprudenziali
Quesito 6. Il completamento dell’opera con tutte le rifiniture interne o esterne costituisce un elemento sintomatico utile, nella normalità dei casi, per individuare il momento di cessazione dei lavori?
• Soluzione
• Gli itinerari dottrinali e giurisprudenziali
Quesito 7. È soggetta a permesso di costruire l’esecuzione di interventi finalizzati a realizzare un piazzale mediante apporto di terreno e materiale inerte e successivo sbancamento e livellamento del terreno?
•  Soluzione
• Gli itinerari dottrinali e giurisprudenziali
Quesito 8. L’ordine di demolizione previsto dall’art. 31, ultimo comma, d.P.R. n. 380/2001 costituisce atto dovuto, espressivo di un potere autonomo e non meramente suppletivo del giudice penale?
• Soluzione
• Gli itinerari dottrinali e giurisprudenziali
Quesito 9. È ammissibile il sequestro preventivo di opere costruite abusivamente anche nell’ipotesi in cui l’edificazione sia ultimata?
• Soluzione
• Gli itinerari dottrinali e giurisprudenziali
Quesito 10. Quando un manufatto presenta il carattere di pertinenza, tale da non richiedere per la sua realizzazione il permesso di costruire?
• Soluzione
• Gli itinerari dottrinali e giurisprudenziali
Quesito 11. La prova della responsabilità del proprietario non committente delle opere abusive può essere desunta esclusivamente dalla piena disponibilità giuridica e di fatto del suolo e dall’interesse specifico ad edificare la nuova costruzione?
• Soluzione
•  Gli itinerari dottrinali e giurisprudenziali
Quesito 12. Al fine di ritenere sottratta al preventivo rilascio del permesso di costruire, l’asserita precarietà del manufatto può essere desunta dal suo carattere stagionale?
•  Soluzione
• Gli itinerari dottrinali e giurisprudenziali
Quesito 13. Il sequestro preventivo finalizzato alla confisca dei terreni oggetto di ipotizzata lottizzazione abusiva può essere adottato quando l’esercizio dell’azione penale risulta precluso, essendo già maturata la prescrizione del reato?
• Soluzione
• Gli itinerari dottrinali e giurisprudenziali
Quesito 14. Nei procedimenti per reati urbanistici e paesaggistici, chi sono le persone offese?
• Soluzione
• Gli itinerari dottrinali e giurisprudenziali
Quesito 15. Quali devono essere considerati volumi tecnici?
• Soluzione
• Itinerari dottrinali e giurisprudenziali
Quesito 16. Il sopravvenuto rilascio del permesso di costruire in sanatoria osta alla revoca della sospensione condizionale della pena subordinata alla demolizione del manufatto abusivo?
•  Soluzione
• Gli itinerari giurisprudenziali
Quesito 17. Il mutamento di destinazione d’uso senza opere è assoggettato a SCIA?
• Soluzione
• Itinerari giurisprudenziali
Quesito 18. La circostanza attenuante dell’avvenuta riparazione del danno è applicabile ai reati edilizi?
•  Soluzione
• Gli itinerari giurisprudenziali
Quesito 19. Nei procedimenti per violazioni urbanistico-edilizie, il privato confinante è legittimato a costituirsi parte civile?
•  Soluzione
•  Itinerari giurisprudenziali
Quesito 20. Quando cessa la permanenza del reato di edificazione abusiva?
•  Soluzione
• Itinerari giurisprudenziali

CHI HA ACQUISTATO QUESTO HA COMPRATO ANCHE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa