ORDINANZA SULLA DIA

07/02/2006

3.196 volte
Con ordinanza 16 gennaio 2006, n. 23, il Consiglio di Stato si è pronunciato su un caso relativo alla D.I.A - Denuncia di Inizio Attività, stabilendo che l'intervento edilizio che si intende realizzare deve essere conforme alle norme urbanistiche ed edilizie che sono vigenti allo scadere dei 30 giorni, decorsi i quali i lavori possono essere avviati.
La Denuncia di Inizio Attività (Testo Unico Edilizia - D.P.R. n. 380/2001) prevede che il proprietario dell'immobile “almeno trenta giorni prima dell'effettivo inizio dei lavori, presenta allo sportello unico la denuncia”, unitamente ad una relazione sulla conformità agli strumenti urbanistici ed ai regolamenti edilizi vigenti.
Il caso riguarda un intervento di trasformazione di sottotetti in Lombardia. © Riproduzione riservata



PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa