RITARDI NEI LAVORI

03/04/2006

2.929 volte
L’Autorità per la vigilanza sui Lavori Pubblici con un comunicato del 28 marzo pone l’attenzione sugli interventi della Regione Veneto di importo al di sopra di euro 1.000.000 per i quali non si è avuta la conclusione dei lavori contrattualmente prevista prima del 31 dicembre 2004.

Le principali motivazioni sui ritardi possono essere quelli qui di seguito riportate:

  1. risoluzioni contrattuali;
  2. ritardi dell’impresa esecutrice dei lavori;
  3. omessa compilazione della scheda B4 per mancato espletamento del collaudo;
  4. mancato invio della scheda B4 seppure in casi del tutto sporadici;
  5. indisponibilità delle aree o degli immobili sede dei lavori;
  6. proroghe del tempo di esecuzione.
L’Autorità conclude il comunicato richiamando l’attenzione dei responsabili del procedimento ad una più scrupolosa osservanza di tutte le fasi pre e post contrattuali per contenere il più possibile il superamento dei tempi contrattuali, con la raccomandazione di curare altresì, in particolar modo, il passaggio di consegne tra i vari responsabili che si succedono per lo stesso procedimento, dando comunicazione dei subentri all’ufficio dell’Autorità preposto alla vigilanza per la regione del Veneto. © Riproduzione riservata

PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

PARTECIPA PER PRIMO ALLA DISCUSSIONE
Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. n.163/2003 e secondo le finilità illustrata nell'informativa