TRASMISSIONE TELEMATICA

10/05/2006

3.326 volte
E' stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 106 del 9 maggio 2006 il Provvedimento dell'Agenzia del Territorio 2 maggio 2006 recante:" Estensione ad ulteriori aree geografiche del servizio di trasmissione telematica del modello unico informatico catastale, relativo alle dichiarazioni per l'accertamento delle unità immobiliari urbane di nuova costruzione e alle dichiarazioni di variazione dello stato, consistenza e destinazione delle unità immobiliari urbane censite." Sedici nuove province interessate dalla sperimentazione degli aggiornamenti "diretti" da parte dei professionisti delle variazioni catastali senza dover andare negli uffici. Le province interessate sono Arezzo, Avellino, Campobasso, Catanzaro, L'Aquila, La Spezia, Lucca, Mantova, Pordenone, Ragusa, Reggio Emilia, Roma, Siracusa, Taranto, Udine e Venezia. Nella prima fase sperimentale, il provvedimento coinvolgerà un numero limitato di professionisti abilitati alla redazione degli atti di aggiornamento catastale e che sarà attuata d'intesa con gli ordini e i collegi professionali Il provvedimento in argomento segue quelli del 22 marzo 2005 e del 2 febbraio 2006 con cui la prima fase sperimentale relativa alla procedura di trasmissione telematica era stata già avviata nelle Province di Firenze, Milano, Torino, Ravenna, successivamente in quelle di Bari, Lecce, Napoli e Prato e per ultimo in quelle di Biella, Bologna, Brescia, Cuneo, Modena, Padova, Reggio Calabria, Rieti, Siena e Terni. © Riproduzione riservata

PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

PARTECIPA PER PRIMO ALLA DISCUSSIONE
Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. n.163/2003 e secondo le finilità illustrata nell'informativa