PUBBLICATO IN GAZZETTA IL RINVIO SELETTIVO

14/07/2006

3.160 volte
Sulla Gazzetta Ufficiale n. 160 del 12 luglio 2006 è stata pubblicata la legge 12 luglio 2006, n. 228 recante "Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 12 maggio 2006, n. 173, recante proroga di termini per l'emanazione di atti di natura regolamentare. Ulteriori proroghe per l'esercizio di deleghe legislative e in materia di istruzione".
Nell'art. 1-octies inserito dal Senato come emendamento al decreto-legge n. 173 sono state inserite alcune modifiche al Decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 recante "Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE" e precisamente le seguenti:
  • all'articolo 177, comma 4 del D.Lgs. n. 163/2006, la lettera f) è abrogata;
  • all'articolo 253 del D.Lgs. n. 163/2006, il comma 1 è sostituito;
  • sono rinviati al 1º febbraio 2007:
    • l'articolo 33, commi 1 e 2, nonché comma 3, secondo periodo, limitatamente alle sole centrali di committenza;
    • l'articolo 49, comma 10;
    • l'articolo 58;
    • l'articolo 59, solo nei settori ordinari;
    • sempre nei settori ordinari: gli articoli 3, comma 7, 53 commi, 2 e 3, 56 e 57;
    • l'articolo 8, comma 6;
  • le disposizioni abrogate, di cui all'articolo 256, comma 1 del D.Lgs. n. 163/2006, continuano ad applicarsi nei casi di cui all'articolo 1-bis ed 1-ter della legge di conversione in legge del decreto-legge n. 173/2006.
In riferimento, dunque alla situazione di modifiche creatasi dopo la pubblicazione della citata legge 12 luglio 2006, n. 228 che è entrata in vigore il 13 luglio scorso, per quanto concerne l'applicazione del Decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 abbiamo la seguente situazione:

A. Dal 1° luglio 2006 (data di entrata in vigore del D.lgs. n. 163/2006):
  • entra in vigore nella sua interezza il codice;
  • è abrogata la legge 109/94;
  • sono abrogati gli articoli del DPR n. 554/1999 elencati all'articolo 256 del D.Lgs. n. 163/2006;
  • restano vigenti i rimanenti articoli del DPR n. 554/1999;
  • resta vigente l'intero DPR n. 34/2000;
  • resta vigente il DM n. 145/2000, solo per le amministrazioni dello stato mentre le altre amministrazioni lo applicano soltanto se richiamato nei bandi e/o negli inviti.
B. Dal 4 luglio 2006 (data di entrata in vigore del decreto-legge n. 223/2006):
  • con l'articolo 2 del decreto-legge n. 223/2006, sono abrogati gli articoli 92, comma 2, periodi secondo e terzo, e comma 4, e 164, comma 7, del Codice degli appalti di cui al D.Lgs. n. 163/2006;
  • in forza dell'articolo 2, comma 1, lettera a), del decreto-legge n. 223 del 2006 è implicitamente integrato l'articolo 64, comma 1, lettera c), num.ero1), sub. d., del DPR n. 554/1999, dove le parole "alla riduzione percentuale prevista dalla legge per le prestazioni rese in favore di amministrazioni ed enti pubblici" devono intendersi sostituite dalle parole "all'importo delle prestazioni normali";
  • ad opera dell'articolo 35, commi da 28 a 33 del decreto-legge n. 223/2006, è implicitamente integrato l'articolo 118 del Codice.
C. Dal 13 luglio 2006 (data di entrata in vigore della legge 12/7/2006, n. 228):
  • all'articolo 177, comma 4 del D.Lgs. n. 163/2006, la lettera f) è abrogata;
  • all'articolo 253 del D.Lgs. n. 163/2006, il comma 1 è sostituito;
  • sono rinviati al 1º febbraio 2007:
    • l'articolo 33, commi 1 e 2, nonché comma 3, secondo periodo, limitatamente alle sole centrali di committenza;
    • l'articolo 49, comma 10;
    • l'articolo 58;
    • l'articolo 59, solo nei settori ordinari;
    • sempre nei settori ordinari: gli articoli 3, comma 7, 53 commi, 2 e 3, 56 e 57;
    • l'articolo 8, comma 6;
  • le disposizioni abrogate, di cui all'articolo 256, comma 1 del D.Lgs. n. 163/2006, continuano ad applicarsi nei casi di cui all'articolo 1-bis ed 1-ter della legge di conversione in legge del decreto-legge n. 173/2006.
D. Quando entrerà in vigore il nuovo regolamento generale previsto dall'articolo 5 del Codice, saranno abrogati:
  • tutti i restanti articoli del DPR n. 554/1999;
  • il DPR n. 34/2000.
Ritornano, poi, in vita, per certe discipline, tutte le disposizioni abrogate dal 1° luglio 2006 e relative agli articoli di legge ed alle leggi riportate nell'articolo 256 del Codice ed, infatti, nel citato articolo 1-octies della legge di conversione del decreto-legge n. 173/2006, viene precisato che le disposizioni di cui all'articolo 256, comma 1, del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 riferite alle discipline riportate nel precedente elenco, continuano ad applicarsi per il periodo transitorio compreso tra la data di entrata in vigore della legge di conversione della legge di conversione del decreto-legge n. 173/2006 ed il 31 gennaio 2007.


A cura di Paolo Oreto
© Riproduzione riservata

PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

PARTECIPA PER PRIMO ALLA DISCUSSIONE
Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. n.163/2003 e secondo le finilità illustrata nell'informativa