RICORSI ALLA CORTE COSTITUZIONALE

26/07/2006

2.986 volte
Il decreto legislativo di modifica del Codice dei contratti pubblici non trova tutti d'accordo. Molte regioni hanno presentato ricorso alla Corte Costuzionale.
Le regioni Abruzzo, Lazio, Toscana, Piemonte, Puglia, Toscana, Veneto, la provincia autonoma di Trento, lo scorso 10 luglio nell'incontro del Coordinamento tecnico interregionale hanno deciso di presentare ricorso avverso al Codice.

Il passo successivo è il coordinamento delle azioni, in vista della costituzione di un tavolo di confronto con il Ministero delle Infrastrutture.
L'associazione federale delle Regioni e delle province autonome, Itaca, l'Istituto per l'innovazione e la trasparenza degli appalti e la compatibiità ambientale, raccoglie le copie dei singoli ricorsi delle regioni, per predisporre un documento in cui siano ben chiari i punti di merito comuni da esporre al Ministero. © Riproduzione riservata



PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa