BILANCIO DA RECORD

21/07/2006

2.263 volte
Il 2005 per Inarcassa, la Cassa di previdenza degli architetti e degli ingegneri, si è chiuso con un bilancio record: la Cassa, che conta circa 130 mila liberi professionisti iscritti, con un aumento del 7% rispetto al 2004, ha avuto un incremento del 5,5% rispetto al 2004, registrando un avanzo economico di 381 milioni di euro e il raggiungimento di quota 3,4 miliardi di euro da parte del patrimonio, in aumento rispetto al 2004 del 12,8%. Questi risultati sono pervenuti grazie agli asset mobiliari, che rappresentano il 77% del patrimonio totale e che nel 2005 ha registrato un aumento del 4,8% rispetto al 2004, spinto anche dalle buone performance del comparto obbligazionario, e grazie alla componente immobiliare, che rappresenta circa un quarto del patrimonio complessivo dell'istituto, e che ha conseguito un aumento del 3% rispetto al 2004.

A questo portafoglio-investimenti va aggiunto l'incremento delle nuove leve che fa crescere ulteriormente il già positivo rapporto iscritti/pensionati che oggi si attesta in 11/1, il più elevato tra le maggiori Casse di previdenza privatizzate.

Nonostante questi grandi progressi, l'ente ha già valutato l'ipotesi di riforme: una riguarda il versante pensionistico con l'estensione del periodo temporale per il calcolo delle pensioni a tutta la vita lavorativa.
Ancora in fase di elaborazione, invece, sono le linee guida per la realizzazione dei criteri di convergenza per la lettura "uniforme" dei bilanci delle Casse aderenti all'Adepp © Riproduzione riservata

PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

PARTECIPA PER PRIMO ALLA DISCUSSIONE
Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. n.163/2003 e secondo le finilità illustrata nell'informativa