DOMANDA TRAINATA DALL’EDILIZIA

15/11/2006

1.630 volte
Dagli ultimi dati dell’Osservatorio permanente sui rapporti banche-imprese, costituito dall’ABI insieme a 13 associazioni d’impresa emergono interessanti dati sui prestiti degli ultimi mesi; nel mese di luglio sono aumentati dell’8,2% e nel mese di giugno del 7,3% mentre nel mese di giugno del 2005 erano aumentati del 6,7%.

Sempre nel mese di luglio 2006 i finanziamenti alle imprese individuali sono aumentati del 5,3%. Ma il fatto che più ci interessa è il notevole aumento nel settore dell’edilizia dove i finanziamenti bancari sono cresciuti del 13,2%.

In generale i finanziamenti bancari in Italia a famiglie e imprese non finanziarie hanno manifestato a luglio scorso un tasso di crescita tendenziale del 9,3%, in accelerazione rispetto a giugno (+8,7%). Rimane comunque prevalente la quota dei finanziamenti destinati alle imprese (62% del totale, contro il 45,5% dell’area euro), rispetto a quelli per le famiglie.

La dinamica dei prestiti banca-impresa evidenzia anche una differente struttura temporale. Stando a quanto afferma lo studio, infatti, “continua il processo di ricomposizione della struttura finanziaria delle imprese verso fondi a più lunga scadenza: fenomeno questo che tende a superare un elemento di debolezza delle imprese italiane”.
L’area geografica che mostra maggiore dinamismo sul fronte della richiesta di finanziamenti è il Mezzogiorno, dove la crescita dei prestiti alle imprese non finanziarie è stata pari all’8,9%, contro il +6,1% del Nord e il +5,5% del Centro. © Riproduzione riservata

PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

PARTECIPA PER PRIMO ALLA DISCUSSIONE
Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. n.163/2003 e secondo le finilità illustrata nell'informativa