INCENTIVI MIRATI

07/02/2007

2.755 volte
È in dirittura d’arrivo il nuovo decreto sugli incentivi per il fotovoltaico che il Ministero dello sviluppo economico di concerto con quello dell’Ambiente sta preparando e che si pensa sarà licenziato per la fine del mese.

L’atteso decreto rivoluzionerà l’incentivazione al fotovoltaico che negli ultimi mesi, dopo il boom di richieste da parte dell’utenza, non riusciva a far fronte alle decine di migliaia di richieste che sono pervenute al Gestore dei Servizi Elettrici (GSE).

L’obiettivo principale è, infatti, quello di velocizzare la concessione delle autorizzazioni e consentire il calcolo puntuale dei MW in uso al fine di un successivo innalzamento del tetto nazionale. Gli incentivi verranno, inoltre, erogati solo agli impianti già realizzati, evitando il giro di rivendite illecite che il vecchio sistema permetteva. Secondo il primo rapporto del GSE, del totale di impianti che hanno ottenuto l’incentivazione, solo il 60% sono stati effettivamente realizzati; dato che conferma la tesi, anche evidente, della speculazione che stava avvenendo nel rilascio delle autorizzazioni.

In attesa che le nuove regole entrino in vigore, il GSE ha comunicato le previsioni per il 2007, che partendo dai dati del 2006, 900 impianti per una potenza complessiva di 7MW e dai 4.300 impianti in costruzione per un totale di 62 MW e altri 1.400 per un totale di 10MW giunti alla fine dei lavori, ha previsto la realizzazione di impianti per una potenza complessiva di 100 – 150MW che nel 2008 diverranno 200 – 300MW. Nel caso in cui queste previsioni si realizzassero effettivamente nella realtà, l’Italia diverrebbe il secondo Paese, dopo la Germania, per totale di MW istallati.

Il provvedimento che si attende modificherà anche l’attività di controllo per la verifica dell’utilizzo degli impianti incentivati e della conformità ai criteri stabiliti in fase di autorizzazione. Verranno anche modificati gli incentivi stessi, prevedendo un “premio” agli impianti in linea con le disposizioni sulla certificazione energetica degli edifici.

A cura di Gianluca Oreto
© Riproduzione riservata

PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

PARTECIPA PER PRIMO ALLA DISCUSSIONE
Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. n.163/2003 e secondo le finilità illustrata nell'informativa