BANDI IN FLESSIONE NEL 2006

20/03/2007

1.550 volte
Lo scenario che emerge dall`analisi dei dati sui bandi di gara relativi al 2006 mostra un mercato caratterizzato da una generale diminuzione sia in termini di numero, sia in termini di valore a base d’asta.
Nel dettaglio, nel corso del 2006, sulla base dei dati rilevati da Infoplus ed elaborati dall’Ance, risultano posti in gara 29.276 bandi per un importo complessivo di 26.091 milioni di euro ed un importo medio dei lavori di 891 mila euro.

Nel confronto con l’anno 2005 il numero dei bandi è diminuito del 7,6% e l’importo complessivo si è ridotto del 16,9%.
Nel 2006 si rilevano andamenti fortemente negativi per la maggior parte delle stazioni appaltanti e risultati positivi limitati ad alcuni enti locali ed alcuni enti pubblici.
La dinamica negativa appare particolarmente accentuata per le principali società pubbliche statali, Ferrovie dello Stato e Anas.
In particolare, nel corso del 2006 l’attività delle Ferrovie dello Stato ha evidenziato un calo del numero degli avvisi pubblicati del 37,7% ed una riduzione in termini di valore del 27,6%.
Con riferimento all’Anas, nel 2006, si osserva una forte contrazione del numero dei bandi pari al -53,3% ed un aumento del valore complessivo pari al 16,4%.
Tale risultato positivo deriva dalla presenza di due interventi (raccordo tra l’autostrada A4 e la Val Trompia e S.S. 640 di Porto Empedocle) che, con un importo complessivo di 699 milioni di euro, spiegano circa il 70% del valore totale dei lavori posti in gara dall’ente. Al netto di tali opere, l’importo dei bandi posti in gara dall’Anas risulterebbe inferiore del 63% rispetto a quello dell’anno precedente.

L’analisi per classi dimensionali evidenzia una riduzione del numero e del valore dei bandi generalizzata a tutti i tagli di lavori.
Nel 2006, la forte flessione nel numero e nell’importo dei bandi dei grandi lavori, ha determinato una riduzione del loro peso percentuale rispetto al 2005. Peso che resta comunque rilevante rispetto al passato.
Nel 2006, infatti, nella fascia di importo superiore ai 15 milioni di euro ricade il 36,3% del valore dei lavori posti in gara, contro il 41% del 2005 ed il 23,6% della fine degli anni novanta.
Dall’analisi dei bandi per area geografica emerge, per il 2006, un decremento generalizzato del numero e dell`importo degli avvisi posti in gara. Relativamente al valore, le riduzioni più consistenti si registrano nelle aree del Centro e del Sud, mentre al Nord la flessione è più contenuta.

Fonte: ANCE © Riproduzione riservata

PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

PARTECIPA PER PRIMO ALLA DISCUSSIONE
Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. n.163/2003 e secondo le finilità illustrata nell'informativa