ALBO REGIONALE COLLAUDATORI E PROGETTISTI

19/03/2007

16.100 volte
Sulla Gazzetta Regionale n. 12 del 16 marzo 2007 è stato pubblicato il Decreto dell’Assessorato dei lavori pubblici recante: “Avviso pubblico per la costituzione dell'albo dei collaudatori per l'affidamento degli incarichi di collaudo, il cui importo stimato sia inferiore ad E 100.000,00 degli interventi finanziati aventi natura di lavori pubblici, di cui all'art. 28, comma 5, della legge n. 109/94 nel testo coordinato con le leggi regionali, e dei professionisti per l'affidamento degli incarichi, il cui importo stimato sia inferiore a E 100.000,00, I.V.A. esclusa, di cui all'art. 17, comma 11, della legge n. 109/94, come modificato ed integrato dalla legge regionale n. 7/2002 e successive modificazioni ed integrazioni.”

Il Decreto fa riferimento a quegli incarichi di progettazione, di collaudo e direzione dei lavori che abbiano un onorario stimato inferiore a 100.000 euro e che, quindi, possono essere affidati con “procedura negoziata” ex “trattativa privata”.

Nell’avviso allegato al decreto viene precisato che l’albo, distinto nelle sezioni A e B, sarà redatto secondo le indicazioni della circolare 22 dicembre 2006 emanata dall’Assessorato stesso e pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Regione siciliana del 5 gennaio 2007, parte I, n. 1.
La sezione A concerne i collaudatori degli interventi aventi natura di lavori pubblici, finalizzata all’affidamento di incarichi il cui importo stimato sia inferiore ad € 100.000,00, I.V.A. esclusa, ai sensi dell’art. 28 della legge n. 109/94 come modificato ed integrato dalla legge regionale n. 7/2002 e successive modifiche ed integrazioni.
La sezione B concerne i professionisti per l’affidamento di incarichi, il cui importo stimato sia inferiore ad € 100.000,00, I.V.A. esclusa, di cui all’art. 17, comma 11, della legge n. 109/94 come modificato ed integrato dalla legge regionale n. 7/2002 e successive modifiche ed integrazioni.

La formazione degli elenchi non pone in essere nessuna procedura selettiva, concorsuale, paraconcorsuale, né parimenti prevede alcuna graduatoria di merito delle figure professionali, ma semplicemente l’individuazione di soggetti ai quali rivolgere l’invito per l’affidamento degli incarichi professionali di importo inferiore ad € 100.000,00, escluso I.V.A.
L’inserimento nell’albo è subordinato all’esito positivo dell’esamedella completezza della domanda inoltrata. Non saranno considerate le istanze prive parzialmente o completamente degli allegati e tutte le istanze pervenute in data precedente alla pubblicazione del presente avviso nella Gazzetta Ufficiale della Regione siciliana.
L’albo e i suoi aggiornamenti trimestrali, di cui si dirà in seguito, saranno approvati con decreto del dirigente generale dei lavori pubblici e pubblicati nella Gazzetta Ufficiale della Regione siciliana.
L’albo sarà inoltre consultabile sul sito internet: www.regione.sicilia.it/lavoripubblici/.
L’inserimento nel suddetto albo è condizione necessaria per l’affidamento degli incarichi.

L’Amministrazione per l’affidamento degli incarichi, fatto salvo quanto previsto dall’art. 18 della legge n. 109/94 come modificato ed integrato dalla legge regionale n. 7/2002 e successive modifiche ed integrazioni, esperirà, di volta in volta, selezione comparativa tra i soggetti iscritti nell’albo di cui al presente avviso, secondo la procedura di cui agli artt. 91, comma 2, e 57, comma 6 del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163, nel rispetto dei principi di non discriminazione, parità di trattamento, proporzionalità e trasparenza, nell’ambito dei settori di attività in base ai quali si richiede l’iscrizione.

Gli eventuali affidamenti riguarderanno i seguenti settori di attività:
  • edilizia pubblica;
  • riqualificazione urbana;
  • restauro immobili monumentali;
  • impianti sportivi;
  • strutture;
  • impianti tecnologici interni;
  • impianti speciali di sicurezza;
  • ristrutturazioni e consolidamenti;
  • opere stradali;
  • opere marittime e portuali;
  • opere di illuminazione pubblica;
  • opere idrauliche e difesa del suolo;
  • acquedotti e fognature;
  • attività in materia di sicurezza, decreto legislativo n. 494/96 e successive modifiche ed integrazioni;
  • pratiche catastali e frazionamenti;
  • studi geologici, geotecnici a supporto dell’attività di progettazione.
Al decreto sono, altresì, allegate:
  • la domanda tipo per collaudatori tecnici;
  • la domanda tipo per collaudatori amministrativi;
  • la domanda tipo per affidamento incarichi;
  • la scheda tecnica tipo curriculum vitae.


A cura di Paolo Oreto
© Riproduzione riservata

PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

PARTECIPA PER PRIMO ALLA DISCUSSIONE
Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. n.163/2003 e secondo le finilità illustrata nell'informativa