FIRMATO PRESSO L'ANCE UN AVVISO COMUNE SULL'INCIDENZA DELLA MANODOPERA

24/05/2007

1   6.550 volte
Il 17 maggio scorso è stato firmato, presso l'Ance, l'Avviso Comune sulla congruità dell'incidenza della manodopera utilizzata nei lavori in edilizia, così come concordato con l'Agenda per il Tavolo per la concertazione siglata il 31 gennaio scorso da tutte le parti sociali di settore e presentata al Ministero del Lavoro.
Si è in attesa della sottoscrizione del documento anche da parte di Anaepa Confartigianato, della Cna Costruzioni e della Fiae Casartigiani, firmatarie unitamente alle altre parti dell'Avviso Comune sul Durc del dicembre 2003 e della citata Agenda del 2007.

L'Avviso, di cui si allega copia, prende sostanzialmente le mosse dagli intenti, già da tempo promossi da Ance e Sindacati edili con il vigente ccnl ai fini della lotta al lavoro sommerso e dai commi 1173 e 1174 della Finanziaria 2007, disciplinanti l'introduzione degli indici di congruità finalizzati alla promozione della regolarità contributiva.
L'Avviso si compone di una parte introduttiva di 15 punti, esplicativi delle modalità con le quali le parti intendono attuare il sistema "indici di congruità" e di una tabella "A" riportante il valore degli indici con riferimento alle principali lavorazioni del settore.

Gli intenti delle parti firmatarie, volti al raggiungimento di un accordo da sottoporre al più presto all'attenzione degli organi di governo, sono stati dettati dalla convinzione che gli indici debbano necessariamente promanare dalle parti sociali, uniche in grado di rappresentare le concrete esigenze del settore.
Sussiste, infatti, la consapevolezza già espressa nei diversi incontri tenuti con il Ministero che un sistema di indici di congruità elaborati secondo il criterio che si è all'uopo seguito, possa essere un valido strumento nella lotta al lavoro irregolare e nell'emersione del nero.

Le parti hanno concordato un periodo di sperimentazione di 24 mesi (punto d) a partire dall'1 ottobre 2007 al termine del quale, anche sulla base di un attento monitoraggio degli organismi bilaterali, si apporteranno le relative modifiche e si elaboreranno eventualmente anche gli indici con riferimento alle altre lavorazioni.
Il testo prende inoltre in considerazione la procedura da seguirsi per la verifica della congruità (punto g), le eventuali conseguenze connesse al rilevamento della mancanza di congruità (punto i), nonché i momenti in cui operare la verifica medesima negli appalti pubblici e nei lavori privati (punti m e n).
Il documento è stato già inviato al Ministero del lavoro e sarà illustrato dalle parti firmatarie nel corso della prossima riunione del Tavolo di concertazione per l'edilizia.

Fonte: ANCE (Associazione nazionale costruttori edili) © Riproduzione riservata

PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

ambrosio.a
03/01/2016 10:49
non si rinviene nella pagina il link al documento che viene commentato (nel caso specifico l'avviso comune sull'incidenza della manod'opera - ma si ritrova il link ad un decreto su antincendio
Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. n.163/2003 e secondo le finilità illustrata nell'informativa