PUBBLICAZIONE IN GAZZETTA DEL NUOVO CODICE DEONTOLOGICO

28/05/2007

2.166 volte
Sulla Gazzetta Ufficiale n. 121 del 26 maggio scorso è stato pubblicato il Comunicato del Consiglio nazionale dei Geometri recante “Approvazione del codice di deontologia professionale dei geometri”.
Il nuovo codice di deontologia profesionale è stato definito in riferimento all'art. 2 del decreto-legge n. 223/2006, convertito in legge 4 agosto 2006, n. 248, ed a seguito di audizione presso l’Autorità garante della concorrenza e del mercato.
Il codice deontologico risponde alla finalità di individuare, seppur in modo non esaustivo, la condotta a cui i professionisti devono conformarsi allo scopo di rispettare i principi generali di etica professionale.

Le norme deontologiche sono preordinate al fine di assicurare l’esercizio della professione secondo canoni di correttezza, decoro e dignità, garantendo altresì che il comportamento non pregiudichi gli interessi superiori della collettività, ma favorisca lo sviluppo della società.
Il nuovo articolato si compone di 28 articoli suddivisi nei seguenti cinque titoli:
  • titolo I: dei principi generali;
  • titolo II: della condotta;
  • titolo III: della prestazione;
  • titolo IV: sanzioni disciplinari;
  • titolo V: disposizioni finali.
Il titolo I contiene le due sezioni relative a:
  • ambito;
  • della prestazione dopera intellettuale.
Nel titolo II sono contenute le seguenti sezioni:
  • dei valori sociali;
  • della sleale concorrenza;
  • della pubblicità;
  • rapporti con i colleghi;
  • rapporti con il consiglio;
  • rapporti con i praticanti.
Nel titolo III sono contenute le seguenti sezioni:
  • dell’incarico;
  • dello svolgimento e formazione continua;
  • della segretezza;
  • dei rapporti esterni;
  • dei rapporti con i committenti.
A cura di Paolo Oreto
© Riproduzione riservata

PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

PARTECIPA PER PRIMO ALLA DISCUSSIONE
Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. n.163/2003 e secondo le finilità illustrata nell'informativa