DUE PARCHI EOLICI IN PROJECT FINANCING

12/06/2007

8.406 volte
Con una innovativa operazione di project financing verranno realizzati nelle province di Potenza e di Matera due parchi eolici, in grado di assicurare una produzione minima di energia rinnovabile pari a circa 60 GWh, e di rispondere al fabbisogno energetico di oltre 8000 famiglie. I due parchi sorgeranno entro giugno del prossimo anno e consentiranno una riduzione delle emissioni di CO2 di ben 42 mila tonnellate.

L’operazione verrà finanziata dalla C.R.E. Project S.r.l., società controllata per il 51% dalla Sorgent.e del gruppo Solfin e partecipata per il restante 49% dalla Renerco Ag di Monaco di baviera, che, a conclusione di un lungo iter di autorizzazioni, ha deciso di investire sul potenziale appenninico realizzando dure grosse “wind farm”. Le costruzione delle opere sono state affidate alla società S.T.E. S.p.A., mentre la progettazione esecutiva alla società Laut Engineering S.r.l., che dirigerà i lavori nei cantieri.

Le risorse finanziarie necessarie per la realizzazione dei due parchi eolici verranno coperte in parte dall'iniezione di capitale dei soci della C.R.E. Project S.r.l. (circa il 15%) e, per la restante parte, sono state rese disponibili dalla Cassa di Risparmio Padova e Rovigo, che ha concesso alla C.R.E. Project un finanziamento, nell'ambito di un'operazione di project financing già conclusa, per un investimento complessivo da 48,8 milioni di euro, e che ha avuto in Banca IMI, , investment bank del Gruppo Intesa Sanpaolo, il ruolo di financial advisor e di arranger dell'operazione.

La fase realizzativa - da poco iniziata - prevede l'installazione di 19 aereogeneratori, di potenza pari a 1,5 MW ciascuno, per un totale di 28,5 MW di potenza installata complessiva. Il primo dei due parchi sarà situato nel Comune di Rotondella, provincia di Matera, e sarà costituito da 12 aereogeneratori, per una potenza installata complessiva pari a 18 MW. Mentre il secondo parco, situato nel Comune di Campomaggiore (Potenza), prevede l'istallazione di 7 aereogenaratori, per una potenza installata complessiva pari a 10,5 MW. L'energia prodotta sarà ceduta alla rete, e beneficerà del meccanismo previsto dalla normativa vigente relativo ai ''Certificati Verdi'', con interessanti ricadute occupazionali ed economiche per i comuni interessati dalle rispettive iniziative. L'approvvigionamento e la manutenzione degli aereogeneratori sono stati affidati alla società tedesca Nordex.

L'operazione annunciata - ha dichiarato Daniele Boscolo Meneguolo, presidente di Cre Project - ci pone tra le realtà italiane di punta nel settore delle energie rinnovabili; siamo orgogliosi di poter contare su un partner come Cariparo, che ci assiste con gli strumenti finanziari più innovativi e che ci permetterà di ottenere importanti risultati in un contesto con grandi potenzialità com'è il Sud Italia. Vogliamo infatti sfruttare il vento per produrre energia a basso costo, senza sprechi, senza danneggiare l'ambiente, in armonia e collaborazione con le realtà locali''.

Grazie ad un'innovativa operazione di finanza di progetto siamo riusciti a sostenere e ad affiancare una dinamica impresa padovana in un'importante iniziativa di sviluppo nel campo dell'energia ecocompatibile - ha aggiunto Rinaldo Panzarini, direttore generale di Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo - Questa operazione credo sia la migliore conferma della nostra vocazione ad essere banca del territorio, a sostegno delle nostre imprese e dello sviluppo sociale ed economico dell'area in cui siamo da sempre radicati, con una forte attenzione anche alla sostenibilità di tale sviluppo” . “Intesa Sanpaolo è impegnata a 360 gradi nel settore dell'energia verde - ha ricordato Panzarini - e, per la vasta gamma di servizi e finanziamenti rivolti alla clientela che intende investire nel comparto, nel febbraio scorso è stata l'unica banca in Europa ammessa alla partnership Sustenergy - Energia sostenibile per l'Europa 2005-2008, una rete di cooperazione europea che mira a contribuire alla realizzazione della politica energetica comunitaria. Intesa Sanpaolo sta collaborando con il Ministero dell'Ambiente per una concreta attuazione della campagna in Italia, con l'obiettivo di dare un contributo al miglioramento del bilancio energetico del Paese”.

A cura di Gianluca Oreto


© Riproduzione riservata

PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

PARTECIPA PER PRIMO ALLA DISCUSSIONE
Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. n.163/2003 e secondo le finilità illustrata nell'informativa