L' AMBIENTE DIVENTA UN BENE TUTELATO ANCHE DAI CODICI PENALI

22/08/2007

3.013 volte
Novità introdotte dal DDL sui REATI AMBIENTALI - Diritti e doveri di controllori e controllati in caso di visita ispettiva

La normativa ambientale tende essenzialmente a contrastare le varie forme di inquinamento e degrado ambientale, al fine di dare tutela e dignità non solo all'ambiente, inteso come bene giuridico unitario, ma anche ai singoli beni che concorrono a costituirlo (acqua, aria, suolo). I principi comunitari in materia ambientale - espressi nel Programma di Azione - e le normative che ne discendono, sono rivolti alla prevenzione dell'inquinamento e del degrado ambientale. Peraltro, nonostante l'attenzione che il legislatore, tanto comunitario quanto nazionale, riserva alla materia, la criminalità ambientale è in continuo aumento, tanto che ormai, da tempo e da piu'parti, si invoca l'introduzione di un sistema penale finalizzato alla repressione dei comportamenti lesivi del bene ambiente.

La tematica è assai attuale poiché, proprio di recente, le istituzioni comunitarie e nazionali stanno lavorando per introdurre una normativa penale che sanzioni comportamenti qualificati come reati ambientali.
Accanto al lavoro del legislatore finalizzato a creare un sistema penale di tutela ambientale, trova posto il lavoro costante e quotidiano della Polizia Giudiziaria, che opera nel campo delle indagini mirate in materia ambientale.
Il corso intende dare una panoramica sull'attuale sistema penale di tutela ambientale, sull'attività di controllo, sui delicati rapporti, in termini di diritti e doveri, tra controllori e controllati (aziende o privati), sulle responsabilità aziendali e sullo svolgimento delle indagine preliminari. La finalità del corso è quella di rendere edotti i soggetti coinvolti nei controlli di quali siano i loro doveri e i loro diritti. a' a' DESTINATARI
- Aziende operanti nel settore acque, rifiuti, atmosferico, suolo, acustico;
- Gestori di servizi pubblici;
- Comuni, Consorzi, Comunità Montane e Pubbliche Amministrazioni in genere;
- Professionisti e consulenti;
- Enti preposti al rilascio delle autorizzazioni ed ai controlli in materia ambientale.

RELATORI
Avv. Daniele CAMPO
Studio Legale Pasqualini Salsa - Esperto tutela ambiente

Interverrà inoltre, Magistrato del Tribunale, esperto nelle tematiche trattate

Data e orario
Roma, 25 - 26 settembre 2007 dalle ore 9,00 alle ore 17,00

Sede del corso:
INFORMA, Istituto Nazionale per la Formazione Aziendale Via dell'Acqua Traversa, 187/189 - 00135 Roma

MODALITA' E QUOTA DI ISCRIZIONE
Le iscrizioni dovranno essere confermate con l'invio della scheda allegata per fax o per posta. La quota di iscrizione è di Euro 1.150,00 + IVA 20%. Per iscrizioni pervenute entro 15 giorni dalla data di inizio del corso è prevista la quota scontata di Euro 900,00 + IVA 20%. Per ulteriori informazioni contattare il Servizio Clienti ai numeri:
tel. 06 33245244 - fax 06 33111043 - c.a. Dott.ssa Francesca Mariani email: f.mariani@istitutoinforma.it © Riproduzione riservata



PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa