LATERIZIO SUL WEB: NUOVO SERVIZIO PER PROGETTISTI ED OPERATORI

18/10/2007

2.773 volte
Dall’uso dei pennini a china alla stampa digitale tramite CAD sono trascorsi molti anni ed il frutto di esperienze collettive ha permesso che il progresso possa seguire senza arrestamenti la sua strada maestra.
Oggi, a terzo millennio avviato, progettisti e consulenti hanno imparato che sul web è possibile rintracciare la quasi totalità delle informazioni di cui necessitano e le aziende investono sempre e di più in tale settore.

Andil-Assolaterizi con questo canale di diffusione promuove la cultura e il corretto uso dei materiali prodotti dal consorzio tra industriali di cui è rappresentante. Attraverso www.laterizio.it è possibile di reperire articoli, studi, testi di legge, rapporti sperimentali sulle costruzioni in laterizio e sui suoi elementi, banche dati, normative e pubblicazioni tra le quali “Costruire in laterizio” bimestrale di architettura della casa editrice Faenza.
Dal sito dei solai (www.solaioinlaterizio.it), poi, è possibile scaricare il software WINSEZIONE per il calcolo e la verifica di sezioni di solai in latero-cemento o in lastre oltre che abbonarsi alla Gazzetta dei Solai.
Il portale delle coperture (www.copertureinlaterizio.it), continuando la rassegna Andil-Assolaterizi, consente di reperire documentazione tecnico-progettuale oltre che articoli di approfondimento in formato .PDF scaricabili gratuitamente. E’ possibile, altresì, consultare argomenti di grande attualità quali risparmio energetico, isolamento acustico, rispetto ambientale; sono presenti cataloghi di tegole e coppi, produttori, normativa, voci di capitolato, proposte per nuove soluzioni di assemblaggio.
I progettisti, inoltre, possono trovare schede tecniche quali: forma e geometria della falda del tetto, resistenza ai carichi, microventilazione del sottomanto, controllo delle condizioni igrometriche, isolamento termico, tenuta all’acqua, posa in opera, progetti già realizzati, dettagli tecnologici, particolari costruttivi, guaine, scossaline, pluviali e canali di gronda. Tutto a portata di un click.

A cura di Paola Bivona
© Riproduzione riservata

PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

PARTECIPA PER PRIMO ALLA DISCUSSIONE
Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. n.163/2003 e secondo le finilità illustrata nell'informativa