DECRETO FISCALE APPROVATO DEFINITIVAMENTE DAL SENATO

30/11/2007

4.261 volte
Il Senato, nella sedura pomeridiana del 28 novembre scorso, ha approvato nel testo approvato dalla Camera dei deputati, il decreto-legge n. 159 (collegato alla Finanziaria 2008) in materia economico-finanziaria, per lo sviluppo e l'equità sociale (ddl n. 1819-B) convertendolo in legge con 158 sì, 151 no e un astenuto.
Ricordiamo che il decreto legge contiene norme fiscali relative a:
  • sistema alta velocità /alta capacità Rete transeuropea di trasporto;
  • contributi al trasporto metropolitano delle grandi città;
  • interventi per il trasferimento modale da e per la Sicilia e per il miglioramento del trasporto pubblico in Calabria e nello Stretto di Messina;
  • programma straordinario di edilizia residenziale pubblica;
  • rifinanziamento della legge speciale per Venezia e MOSE;
  • disposizioni in materia di ambiente con la precisazione che i nuovi interventi pubblici, almeno nella misura del 40%, devono essere accompagnati da una certificazione relativa alla riduzione delle emissioni di gas serra, secondo procedure e modalità definite con decreto del Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare;
  • incremento del patrimonio immobiliare destinato alla locazione di edilizia abitativa;
  • rifinanziamento dei programmi innovativi in ambito urbano “Contratti di quartiere II”.
Il Ministro dell’ambiente Alfonso Pecoraio Scanio ha commentato la definitiva approvazione precisando che “l’Italia è ancora più verde. Ci sarà una maggiore attenzione nei confronti dell'ambiente, del clima, di Kyoto, dei Parchi nazionali e sull'acqua come bene pubblico”.
“Di grande importanza e in perfetta sintonia con le conclusioni della prima Conferenza Nazionale sul Clima - aggiunge Pecoraro - è il finanziamento straordinario di 10 milioni di euro per interventi di adattamento e misure di mitigazione per i territori soggetti ai problemi ambientali legati ai cambiamenti climatici in atto, con una particolare attenzione alla tutela della biodiversità e della prevenzione dei dissesti idrogeologici, mentre 20 milioni sono destinati alla difesa del mare”.
“Il decreto - continua il ministro - contiene anche norme a favore dell'applicazione del protocollo di Kyoto, come quella che prevede che tutti gli interventi pubblici debbano essere accompagnati da una certificazione che attesti la riduzione delle emissioni di gas ad effetto serra, l'adozione di sistemi per l'efficienza energetica e la produzione di una quota di energia da fonti rinnovabili e pulite. E' prevista, inoltre - prosegue Pecoraro - anche una prima e concreta forma di riconoscimento dell'acqua come bene comune, come dimostra la moratoria di dodici mesi sulla gestione dei servizi idrici e l'avvio di una verifica sul rispetto della salvaguardia del patrimonio idrico, sull'efficacia delle politiche di risparmio e sull'effettiva garanzia di controllo pubblico delle tariffe”.
“Sono particolarmente soddisfatto - conclude il ministro Pecoraro Scanio - per l'istituzione dei quattro nuovi parchi nazionali siciliani, quello delle Egadi e del litorale trapanese, delle Eolie, di Pantelleria e degli Iblei, in aree di particolare pregio ambientali'”.

A cura di Paolo Oreto
© Riproduzione riservata



PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa