NASCE LA NUVOLA DI MASSIMILIANO FUKSAS

17/12/2007

3.003 volte
Sarà una delle opere più spettacolari dell'architettura contemporanea e il fulcro del nuovo Centro Congressi di Roma. La “Nuvola” di Massimiliano Fuksas, sorgerà su un'area di circa 27 mila metri quadrati, di proprietà di Eur Spa, nel cuore del quartiere Eur.
La struttura sarà costituita da una membrana di materiale innovativo che galleggerà in una teca di acciaio e vetro alta 39 metri, larga 75 e lunga 198, e sarà destinata a coprire il forum di collegamento orizzontale dei vari spazi congressuali e a unire il tutto con l'auditorium.

“La Nuvola non si è allontanata trasportata dal vento della burocrazia”, ha detto il sindaco di Roma Walter Veltroni, durante la cerimonia per la posa della prima pietra della Nuvola progettata dall'architetto Massimiliano Fuksas.
All'inaugurazione, oltre Veltroni e Fuksas, erano presenti Gianni Letta, il presidente e l'amministratore delegato di Eur Spa Paolo Cuccia e Mauro Miccio, gli assessori capitolini ai Lavori pubblici Giancarlo D'Alessandro, all'Urbanistica Roberto Morassut e alla Mobilità Mauro Calamante, oltre al presidente della società italiana per Condotte d'acqua Spa, Paolo Bruno, che si è aggiudicato la gara di appalto.

Veltroni ha ricordato che “la città sta sbocciando nella sua immagine più bella. Tutti i più grandi architetti stanno lavorando qui a Roma”. Il complesso, che ospiterà eventi differenziati, avrà una capienza di 8.500 posti suddivisi tra l'auditorium sospeso tra i 15 e i 18 metri di altezza, che accoglierà 1.842 persone, le due grandi sale congressuali, alcune sale meeting minori e uno spazio espositivo denominato “Forum”, di sei mila metri quadri.

Il nuovo polo congressuale comprenderà un albergo a quattro o cinque stelle con 439 stanze di cui sette suite e sarà servito da ristorante, bar, spazi fitness (per circa 600 metri quadri) oltre ad altre quattro salette per ulteriori 396 posti e un cocktail bar di 217 metri quadri. Il valore dell'investimento dell'opera sarà di 270 milioni di euro al netto del ribasso d'asta e dell'Iva e sarà parzialmente finanziato con i fondi per Roma Capitale, per un totale di circa 87 milioni di euro.
I lavori del nuovo centro congressi saranno ultimati nel secondo semestre del 2010.
Per agevolare la transitabilità nella zona, saranno realizzati due sottopassi a viale dell'Umanesimo e sarà rifatto l'incrocio di via degli Oceani. A questi si aggiungeranno mille posti auto interrati sotto la nuvola e altri 1.500 a piazza Marconi. Il tutto per 20 milioni di euro.

Fonte: www.demaniore.it
© Riproduzione riservata



PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa