ATRI (TE): REALIZZAZIONE PERCORSO SENSORIALE NELLA RISERVA NATURALE REGIONALE CALANCHI

07/01/2008

3.524 volte
Il tema del presente concorso di idee, realizzato per conto del Comune di Atri, ente gestore della Riserva Naturale Regionale “Calanchi di Atri” è la realizzazione di un giardino accessibile a tutti per esperienze sensoriali sul tema naturalistico (esempio, giardino dei 5 sensi) nei pressi del Centro di Educazione Ambientale della Riserva in località Colle della Giustizia all’interno della Riserva Naturale Regionale ed Oasi WWF dei Calanchi di Atri. Per quest’intervento la Regione Abruzzo ha già assegnato al Comune di Atri un finanziamento pari ad Euro 50.000,00. Il progetto verrebbe realizzato all’interno dell’area di pertinenza del Centro di Educazione Ambientale di estensione di alcune migliaia di mq. I partecipanti dovranno tener conto dell’accessibilità da parte di tutti con un’attenzione particolare alle categorie protette (bambini, anziani, diversamente abili). Poiché l’area è già in parte attrezzata e, di conseguenza, visitata da alcune migliaia di studenti e turisti ogni anno, le proposte dovranno comprendere:
  • la risistemazione del substrato del percorso;
  • sistemi d’orientamento, con particolare riferimento alla fruizione dei diversamente abili e delle altre categorie protette.
  • il posizionamento di installazioni finalizzate alla percezione, da parte dei fruitori, degli elevatissimi valori paesaggistici e di biodiversità dell’ambiente circostante. Tali installazioni dovrebbero valorizzare la fruizione dell’ambiente tramite le diverse esperienze sensoriali (percorso dei 5 sensi o similare) e il gioco.
I partecipanti hanno la massima libertà nel proporre soluzioni innovative per la fruizione dei luoghi. Particolare attenzione dovrà essere posta alla risoluzione dei problemi derivanti dall’uso turistico di aree naturalisticamente importanti (calpestio, disturbo derivante dai rumori).
Una particolare attenzione dovrà essere posta all’uso di materiali sostenibili e certificati (certificazione FSC per il legno, ad esempio) e alla risoluzione delle problematiche sopra descritte con idee di semplice esecuzione, uso di materiali di basso costo e buon rapporto costi/benefici.
Le idee proposte dovranno in primo luogo focalizzare la propria attenzione sull’utilizzo delle somme già a disposizione del Comune di Atri e del WWF Italia per l’opera, pari ad Euro 50.000,00, comprensive di tutte le spese, comprese quelle per il presente bando, per la progettazione esecutiva e per la direzione dei lavori.
Con questo finanziamento il WWF ed il Comune intendono realizzare un’opera completa e funzionale. I partecipanti, però, potranno aggiungere proposte per ulteriori sviluppi del progetto tramite lotti successivi, di importi dell’ordine di grandezza del finanziamento già ottenuto.

Gli elaborati dovranno pervenire improrogabilmente presso l’Ufficio della Riserva Naturale Regionale Calanchi di Atri entro e non oltre le ore 12.00 del 60° giorno incluso (data consegna 11/02/2008), dalla data di pubblicazione del bando sul sito internet del Comune di Atri, per mezzo di servizio postale o corriere autorizzato.

Elaborati di progetto richiesti
I concorrenti dovranno illustrare le loro idee presentando:
  • relazione illustrativa nella quale si chiariranno gli intenti del progetto e si inseriranno lo studio e l’organizzazione degli spazi, schizzi, eventuali simulazioni al computer, indicazioni e valutazioni sulle scelte dei materiali proposti e qualsiasi annotazione possa essere utile a chiarire le scelte progettuali, in un massimo di n. 20 cartelle dattiloscritte, formato UNI A4, fascicolate;
  • n. 3 tavole formato UNI A1 dello stato attuale e della corrispondente immagine, del proprio intervento realizzate con tecnica a libera scelta dal concorrente (fotomontaggi, rendering al computer, disegni, schizzi, ecc.) in scala adeguata e viste tridimensionali. In tal modo si potrà avere un riscontro immediato e chiaro ante e post intervento e stralcio planimetrico, scala 1:1000 con la specificazione delle funzioni previste, delle eventuali specie di flora utilizzate, caratteristiche di finitura e dei materiali, dei substrati di calpestio, delle installazioni previste e della illuminazione;
  • una copia completa di tutti gli elaborati su CD in formato pdf, con risoluzione utile alla futura divulgazione e stampa di qualità.
Un’ulteriore tavola facoltativa formato UNI A1 relativa ad eventuali sviluppi ulteriori del progetto per eventuali altri finanziamenti.
Gli elaborati progettuali, anonimi e senza altri segni d’identificazione, dovranno essere contraddistinti da un motto, con carattere di 1 cm di altezza, posto per i documenti fascicolati al centro della prima copertina, e per le tavole formato UNI A1 in un riquadro delle dimensioni di cm2 3,00 x 6,00 posto nell’angolo sinistro alto delle stesse. Non sono ammessi elaborati ulteriori o difformi sia dal contenuto sia dal formato prescritti, pena l’esclusione dal Concorso. Relazioni, testi e didascalie dovranno essere rese in lingua italiana.

Attribuzione premi
Il concorso si concluderà con la segnalazione delle proposte di maggior interesse e con l’assegnazione di n. 3 (tre) premi. In particolare i premi saranno attribuiti nel modo seguente:
  • 1. attribuzione al progetto Primo classificato: € 3.500,00 (euro tremilacinquecento);
  • 2. attribuzione al Secondo classificato; € 1.000,00 (euro mille);
  • 3. attribuzione al terzo classificato; € 500,00 (euro cinquecento);
Ente banditore
Associazione Italiana per il WWF Onlus
Recapiti Telefonici: Tel/fax.: 0858780088

Responsabile del Procedimento
Adriano De Ascentiis, Direttore della Riserva Naturale

© Riproduzione riservata



PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa