PUBBLICATO IN GAZZETTA IL NUOVO DECRETO

05/02/2008

10.989 volte
Sul supplemento ordinario n. 30 alla Gazzetta ufficiale n. 29 di ieri 4 febbraio 2008 è stato pubblicato il Decreto del Ministero delle Infrastrutture 14 gennaio 2008 recante “Approvazione delle nuove norme tecniche”.
Siamo i primi a darne notizia e siamo i primi a dare il testo ufficiale così come rilevabile sulla Gazzetta ufficiale.
Il decreto si compone soltanto di due articoli e precisamente dell’articolo 1 con cui viene approvato il testo aggiornato delle norme tecniche per le costruzioni ad eccezione delle tabelle 4.4.III e 4.4.IV e del Capitolo 11.7, in riferimento al parere circostanziato emesso dall'Austria ai sensi dell'art. 9.2 della direttiva 98/34/CE, secondo il quale la misura proposta presenterebbe aspetti che possono eventualmente creare ostacoli alla libera circolazione dei servizi o alla libertà di stabilimento degli operatori di servizi nell'ambito del mercato interno.
Sempre nell’articolo 1 viene aggiunto che le nuove norme sostituiscono quelle approvate con il decreto ministeriale 14 settembre 2005.
Nell’articolo 2 viene precisato che le norme tecniche entrano in vigore trenta giorni dopo la pubblicazione del presente decreto nella Gazzetta Ufficiale e, quindi, il 5 Marzo 2008.

In riferimento a quanto previsto all’attuale articolo 20 del decreto-legge n. 248, in attesa che nella conversione in legge del decreto, tale articolo sia modificato, la letterale lettura dello stesso porta alle seguenti conclusioni:
  • le norme tecniche di cui al D.M. 14-9-2005 sono entrate in vigore l’1/1/2008 e resteranno in vigore nel periodo transitorio di 18 mesi di cui al comma 2-bis dell’art. 5 del decreto-legge n. 136/2004 convertito nella legge n. 186/2004 e quindi sino al 4 settembre 2009;
  • durante il periodo transitorio di 18 mesi è possibile applicare, in alternativa, le nuove norme tecniche di cui al D.M. 14 gennaio 2008 o le precedenti norme di cui al D.M. 14-9_2005.
Ovviamente è comprensibile che si tratta di un paradosso e di un probabile errore nella stesura del citato articolo 20 perché non ha senso che venga tenuto in vita un decreto che non è mai entrato compiutamente in vigore e che nel periodo transitorio, di fatto non è stato compiutamente utilizzato, visto che sino al 31 dicembre 2007 era possibile utilizzare le norme tecniche di cui ai D.M. del 1996.

Ma siamo fiduciosi che tale abnorme situazione sia sanata nella conversione in legge del decreto-legge n. 248/2008 con la riscrittura dell’articolo 20 in modo da consentire a partire dall’1/1/2008 e sino alla conclusione del periodo transitorio (4 settembre 2009) l’applicazione dei decreti ministeriale del 1996.
Le nuove norme di cui al decreto del ministero delle Infrastrutture 14 gennaio 2008 contengono 12 capitoli e 2 allegati e precisamente:
  • Capitolo 1 - Oggetto
  • Capitolo 2 - Sicurezza e prestazioni attese
  • Capitolo 3 - Azioni sulle costruzioni
  • Capitolo 4 - Costruzioni civili
  • Capitolo 5 - Ponti
  • Capitolo 6 - Progettazione geotecnica
  • Capitolo 7 - Progettazione per azioni sismiche
  • Capitolo 8 - Costruzioni esistenti
  • Capitolo 9 - Collaudo statico
  • Capitolo 10 - Redazione dei progetti strutturali esecutivi e delle relazioni di calcolo
  • Capitolo 11 - Materiali e prodotti per uso strutturale
  • Capitolo 12 - Riferimenti tecnici
  • Allegato A - Pericolosità sismica
  • Allegato B - Tabelle dei parametri che definiscono l’azione sismica
Pubblichiamo oggi la versione integrale del decreto e dei primi capitoli; domani pubblicheremo i restanti capitoli.

A cura di Paolo Oreto
© Riproduzione riservata



PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa