NUOVA GUIDA DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE

17/03/2008

6.247 volte
Disponibile, in formato .pdf, la nuova guida n. 1/2008 dell’Agenzia delle Entrate sul nuovo regime fiscale in vigore dal 1° gennaio 2008 per i piccoli imprenditori e professionisti (contribuenti minimi), introdotto dalla legge finanziaria 2008.
Il nuovo regime semplificato, nel prevedere una significativa riduzione delle procedure e degli adempimenti, di fatto si è proposto come una valida occasione per instaurare un rapporto di lealtà con i contribuenti e fornire loro gli strumenti per poter agire in autonomia.
Con l’obiettivo primario di favorire l’adeguamento spontaneo dei contribuenti agli obblighi fiscali, è stato introdotto un semplice sistema di agevolazioni e la guida si offre come strumento di conoscenza del nuovo regime.

In sintesi, in base a quanto previsto, i contribuenti che aderiscono a questo regime non sono più tenuti a versare l’IRPEF e le relative addizionali regionali e comunali, l’IVA e l’IRAP.
Il nuovo regime prevede l’applicazione solo di un’imposta sostitutiva del 20 per cento sul reddito, calcolato come differenza tra ricavi o compensi e spese sostenute, comprese le plusvalenze e le minusvalenze dei beni relativi all'impresa o alla professione.
Il calcolo del reddito si determina applicando il “principio di cassa”, e questo costituisce un’importante novità per i redditi d’impresa in quanto comporta un’immediata e integrale rilevanza dei costi, anche quelli inerenti i beni strumentali, possibilità molto incentivante soprattutto in fase di avvio dell’attività produttiva.
I contributi previdenziali si possono dedurre per intero dal reddito ed è ammessa la compensazione di perdite riportate da anni precedenti.
I contribuenti minimi sono inoltre esonerati:
  • dall’applicazione degli studi di settore;
  • dagli adempimenti IVA: niente versamenti, dichiarazioni, comunicazioni, tenuta e conservazione dei registri. Attenzione: le fatture devono essere emesse senza l’addebito dell’IVA e l’imposta sugli acquisti non può essere detratta, trasformandosi così in un costo deducibile dal reddito;
  • dagli obblighi di registrazione e di tenuta delle scritture contabili e dall’invio degli elenchi clienti e fornitori.<(li>
Gli unici obblighi che continueranno a rimanere in uso saranno quelli relativi alla numerazione e conservazione delle fatture di acquisto e delle bollette doganali, alla certificazione dei corrispettivi, e alla conservazione dei documenti emessi e ricevuti.
Ricordiamo che il nuovo regime è rivolto ai contribuenti che svolgono attività d'impresa, arti o professioni di dimensione economica contenuta e caratterizzati da determinati requisiti.
In particolare, rientrano nella categoria dei “contribuenti minimi” le imprese individuali e i professionisti in attività che nel precedente periodo d'imposta:
  • hanno conseguito ricavi o compensi non superiori a 30mila euro;
  • non hanno effettuato esportazioni;
  • non hanno avuto lavoratori dipendenti o collaboratori;
  • non hanno erogato utili da partecipazione agli associati con apporto di solo lavoro.
Inoltre, per accedere al regime agevolato è necessario che gli acquisti di beni strumentali effettuati nel triennio precedente siano stati di importo non superiore a 15mila euro. La guida fiscale è suddivisa nei seguenti capitoli:
  • il nuovo regime fiscale per i contribuenti minimi;
  • agevolazioni e semplificazioni;
  • come si determina il reddito di impresa o di lavoro autonomo;
  • imposta sostitutiva del 20 per cento;
  • quando non si applica il regime;
  • quesiti e risposte;
  • per saperne di più.
Ricordiamo, per ultimo, che le norme cui fare riferimento per il regime fiscale in vigore dal 1° gennaio 2008 per i piccoli imprenditori e professionisti (contribuenti minimi) sono, in atto le seguenti:
  • legge 24 dicembre 2007, n. 244 (legge finanziaria per l’anno 2008), articolo 1, commi da 96 a 117, pubblicata nel Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 300 del 28 dicembre 2007;
  • decreto attuativo del Ministro dell’economia e delle finanze 2 gennaio 2008, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 11 gennaio 2008, n. 9;
  • decreto del Presidente della Repubblica n. 633 del 26 ottobre 1972;
  • decreto del Presidente della Repubblica n. 600 del 29 settembre 1973;
  • decreto del Presidente della Repubblica n. 917 del 22 dicembre 1986 (TUIR) ;
  • circolare dell’Agenzia delle Entrate 21 dicembre 2007, n. 73/E;
  • circolare dell’Agenzia delle Entrate 28 gennaio 2008, n. 7/E;
  • circolare dell’Agenzia delle Entrate 19 febbraio 2008, n. 12/E;
  • circolare dell’Agenzia delle Entrate 26 febbraio 2008, n. 13/E.
A cura di Paola Bivona
© Riproduzione riservata



PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa