CHE FINE HA FATTO IL NUOVO REGOLAMENTO?

05/03/2008

4.963 volte
Ancora oggi, a distanza di oltre un mese dalla firma del Capo dello Stato il nuovo Regolamento di esecuzione e attuazione del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163, recante codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture che ha già anche una sua data (D.P.R. 28 gennaio 2008) non è stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale.
Da voci di corridoio si sa che nel testo dello stesso, a suo tempo inviato dal Governo al Presidente Giorgio Napolitano per la firma, sono stati riscontrati alcuni errori (anche semplici riferimenti ad altri articoli o elencazioni di lettere in cui manca una lettera) che stanno per essere sistemati prima di emanare un testo per il quale si sarebbero dovuti pubblicare immediatamente sulla gazzetta ufficiale alcuni errata-corrige.

Non sappiamo, però, chi sta apportando queste correzioni ed il tempo necessario alle stesse.
Certamente sarebbe auspicabile che il Ministero delle Infrastrutture o il Governo diano utili indicazioni per conoscere ufficialmente lo stato dell’arte.

Ricordiamo che il nuovo Regolamento, ai sensi dell’articolo 253, comma 2 del Codice dei contratti (D.Lgs. n. 163/2006):
  • doveva essere adottato entro un anno dall’entrata in vigore del codice stesso e quindi entro l’1/7/2007 e che a tutt’oggi dopo oltre 18 mesi dal termine fissato per legge non ha avuto la luce;
  • entrerà in vigore sei mesi dopo la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale.
Ricordiamo, anche, che:
  • il nuovo Regolamento è stato approvato in via preliminare dal Consiglio dei Ministri in data 13 luglio 2007 ed inviato, al Consiglio di Stato, per il parere di competenza, in data 19 luglio 2007;
  • il Consiglio di Stato ha espresso parere favorevole con osservazioni e condizioni . 3262 del 17 settembre 2007 e, quindi, dopo circa due mesi dal 19 luglio 2007 (nell’articolo 5, comma 4 del Codice dei contratti, il termine era di 45 giorni);
  • il nuovo Regolamento di attuazione del Codice dei contratti pubblici è stato, definitivamente, approvato, dopo il citato parere favorevole con osservazioni e condizioni del Consiglio di Stato dal Consiglio dei Ministri il 21 dicembre 2007 dopo circa tre mesi dal parere del Consiglio di Stato;
  • dopo quasi tre mesi dalla definitiva approvazione da parte del Consiglio dei Ministri, il nuovo Regolamento non è ancora stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale;
  • il nuovo Regolamento sostituirà sia il D.P.R. n. 554/1999 che il D.P.R. n. 34/2000 sulla qualificazione delle imprese ed accorpa al suo interno parecchi articoli del Capitolato generale d’appalto di cui al D.M. n. 145/2000.
A cura di Paolo Oreto
© Riproduzione riservata



PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa