GLI INGEGNERI AI LEADER POLITICI: SPAZIO ALLA COMPETENZA PER FAR CRESCERE IL PAESE

04/03/2008

1.930 volte
Indipendentemente da chi sarà chiamato a guidare il prossimo Governo, energia, ambiente, infrastrutture e sicurezza sul lavoro sono i grandi temi su cui si concentreranno le iniziative obbligate della prossima legislatura. Per questo motivo, in una lettera inviata ai candidati premier della prossima consultazione elettorale il CNI - Consiglio Nazionale degli Ingegneri ha dichiarato la piena disponibilità alla collaborazione istituzionale.

"In una società avanzata che sta profondamente cambiando - sottolinea nella lettera Paolo Stefanelli, Presidente del CNI - e che si deve fondare sulla conoscenza e sulla competenza, il mondo delle professioni costituisce un anello essenziale nello sviluppo economico e sociale. Avvalersi della preziosa collaborazione, e quindi dell'ampio bagaglio di esperienze e competenze tecniche della nostra categoria professionale - prosegue Stefanelli - vuol dire dare un chiaro segnale del percorso che si intende seguire e delle priorità che si mettono in agenda".

L'obiettivo della proposta è quindi quello di mettere a disposizione del Paese le competenze e le conoscenze indispensabili per lo sviluppo, la sicurezza e la competitività.

"Noi siamo pronti a prenderci le nostre responsabilità - ha concluso Stefanelli - dal momento che la criticità della situazione del sistema Italia impone, senza ulteriori indugi, di passare dalle deleghe alla partecipazione".

Il CNI - Consiglio Nazionale degli Ingegneri conta in Italia 195.000 iscritti che operano in tutti i settori produttivi del Paese e si basa su 100 ordini provinciali,

Fonte: Ufficio Stampa CNI © Riproduzione riservata



PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa