AUDIZIONE SUL SISTEMA DI ADEGUAMENTO PREZZI

28/07/2008

3.961 volte
Nell'ambito di un'indagine avvita per valutare le problematiche connesse alla lievitazione dei prezzi dei materiali da costruzione, l'Aniem ha partecipato ad un'audizione presso l'Autorità per la Vigilanza sui contratti pubblici svoltasi il 23 luglio u.s.
Nel corso dell'intervento l'Aniem ha anzitutto evidenziato come la gravità del fenomeno penalizzi in modo particolare il settore delle pmi. Il sistema dimensionato e frammentato di approvvigionamento dei materiali e l'assoluta carenza di un'equa remuneratività dei lavori, infatti, penalizzano fortemente tale tipologia di impresa che ha assoluta necessità di un quadro di certezze economiche.
L'Aniem ha evidenziato come la gravità della situazione sia testimoniata dalle costanti sollecitazioni provenienti dalle imprese e dalle manifestazioni di protesta in atto su diverse aree territoriali.

E' stata altresì rilevata l'assoluta disparità di trattamento che emerge dal 1992 e viene riconfermata nell'attuale disciplina legislativa che consente un sistema revisionale dei prezzi per gli appalti di lavori e servizi (art. 115 del Codice dei Contratti) e lo esclude per gli appalti di lavori (art.133), prevedendo meccanismi inadeguati quali quello del prezzo chiuso (rapporto tra tasso di inflazione reale ed inflazione programmata superiore al 2%) o inefficaci in quanto ancorati al verificarsi di circostanze eccezionali e comunque fondati su un arco temporale troppo ampio.L'Aniem ha rinnovato la richiesta che fin dal terzo decreto correttivo o con apposito decreto legge (ricorrendo i presupposti giuridici dell'emergenza) sia corretto il vigente meccanismo di compensazione svincolandone l'applicabilità all'eccezionalità dell'evento e consentendone l'adozione anche per gli incrementi accertati nell'anno di presentazione dell'offerta.

E' stata altresì auspicata una modifica più strutturale che consenta il ripristino di un sistema revisionale fondato su criteri oggettivi desumibili da metodi costanti di rilevamento dei prezzi (anche attraverso strumenti di rilevazione a carattere regionale).Nel corso dell'audizione è stata data notizia di un ordine del giorno approvato dalla Camera con il quale si sollecita il Governo a recepire le necessarie modifiche normative nell'ambito del 3° decreto correttivo al Codice in corso di approvazione.Sul tema oggetto dell'audizione l'Aniem è nuovamente intervenuta anche presso il Ministro delle Infrastrutture Matteoli per sollecitare provvedimenti urgenti nonché l'attivazione di un tavolo di confronto per l'avvio di un progetto di riforma strutturale sui sistemi revisionali.

Fonte: www.aniem.it
© Riproduzione riservata



PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa