IL RISCHIO CHIMICO NEI LUOGHI DI LAVORO: PERCORSO FORMATIVO PER GLI ATTORI DELLA PREVENZIONE

18/09/2008

2.890 volte
Si terrà a Roma presso il Centro Ricerche di Monte Porzio Catone, Dipartimento di Igiene del lavoro del'ISPESL il 30 settembre, 1 e 2 ottobre, il corso di formazione valido per l'aggiornamento per tutti i settori di cui all' art. 8bis D.Lgs. 626/94 comma 3 e 5, così modificato dal D.Lgs. 195/03, dal titolo Il rischio chimico nei luoghi di lavoro: percorso formativo per gli attori della prevenzione.

Il corso intende fornire le nozioni di base e gli strumenti operativi disponibili ed utili per la valutazione del rischio chimico in ambiente di lavoro, anche alla luce delle nuove disposizioni legislative (D.Lgs. 81/08). Il corso si distingue per lo svolgimento di esercitazioni pratiche di laboratorio in cui i discenti vengono a contatto con le principali tecniche di campionamento ed analisi utilizzate per il monitoraggio ambientale e biologico. Il corso è rivolto non solo a Chimici e Tecnici della Prevenzione, per cui verrà chiesto l'accreditamento ECM, ma anche a professionisti che nell'ambito della loro attività lavorativa si trovino a dover valutare il rischio di esposizione occupazionale ad agenti chimici pericolosi. Il corso intende fornire, inoltre, le indicazioni di carattere tecnico-operativo per espletare il compito della valutazione del rischio chimico, ovvero come impostare il processo di valutazione del rischio mediante l'impiego di algoritmi di valutazione e/o misure di esposizione occupazionale attraverso il monitoraggio ambientale e biologico. Verranno illustrate e rese disponibili alcune procedure specifiche di percorsi di valutazione standardizzati su temi di particolare interesse igienistico, enunciando il ruolo delle Linee Guida. Il corso, che impegna i discenti su 20 ore, di cui 15 di teoria, 4 di laboratorio e 1 di verifica dell'apprendimento, è suddiviso in due moduli: 1 Nozioni fondamentali sull'inquinamento chimico nei luoghi di lavoro 2 Criteri operativi e aspetti tecnici per la valutazione del rischio chimico di esposizione. Ai discenti sarà fornito materiale didattico e una ricca bibliografia sui temi trattati. Informazioni generali
Per l'iscrizione bisogna inviare, per fax alla Segreteria del corso (06.94181.419), l'apposito modulo compilato in ogni sua parte, con allegato un breve curriculum vitae, Il termine per la presentazione della domanda di partecipazione è il 20 settembre 2008.
La quota di iscrizione al corso è di € 475,00 più Iva, la legge dispone l'esenzione Iva per gli Enti Pubblici (art. 10 DPR 633/72).

La predetta quota è, inoltre, ridotta del 10%, del 20% e del 30% in caso di iscrizioni cumulative (due, tre o quattro partecipanti), proposte da un datore di lavoro per i propri dipendenti.
Le persone selezionate riceveranno comunicazione dell'avvenuta ammissione via telefono qualche giorno prima del corso stesso e la fattura via posta con le indicazioni circa il pagamento che dovrà avvenire, salvo casi specifici, prima dell'inizio del corso stesso.

Per informazioni di natura contabile rivolgersi al sig. D'Antonangelo (06.44280.425).

Servizio pullman
Sarà disponibile, gratuitamente, un servizio di autotrasporto da Roma (stazione metro Anagnina) al Centro Ricerche di Monte Porzio, con partenza alle ore 8.30 , e rientro.

Materiale didattico e documentazione
Ai partecipanti verranno fornite dispense cartacee e su supporto informatico.

Attestato di partecipazione
Al termine, verrà rilasciato un attestato di partecipazione (ed uno ECM per i Chimici e i Tecnici della prevenzione dell'ambito sanitario ), condizionato alla partecipazione integrale alle lezioni , alle esercitazioni, nonché alle verifiche intermedie e finali. © Riproduzione riservata



PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa