CONCLUSA L'ASSEMBLEA NAZIONALE

12/09/2008

1.768 volte
Si è conclusa ieri pomeriggio l'Assemblea Nazionale del Colap, Coordinamento Libere Associazioni Professionali, all'interno della quale è stato approvato il nuovo statuto del coordinamento e rinnovati gli organi sociali.
Giuseppe Lupoi, eletto per acclamazione, è di nuovo alla guida del coordinamento come Presidente. "L'onesta intellettuale e la passione da sempre dimostrata nel portare avanti le istanze degli associati Colap - si legge in una nota dell'assemblea - non hanno lasciato dubbi nel rinnovo del mandato". Sempre nel corso dell'assemblea sono stati eletti i nuovi membri del consiglio direttivo Colap: 10 i consiglieri riconfermati e 13 le nuove entrate.

"Il Colap - ha dichiarato Lupoi nel corso del suo intervento - è diventata nel tempo una vera e propria organizzazione capace di garantire la rappresentanza politica ai propri associati, oggi oltre 200, e di offrire tutta una serie di servizi di consulenza e di informazione che nella crescita delle singole associazioni hanno visto e vedono crescere l'importanza e la consistenza del mondo associativo nella sua totalità".

Quindi un Colap sempre più forte e combattivo, deciso più che mai a veder riconosciute le associazioni professionali e con loro, come sottolinea Lupoi "il lavoro svolto dai milioni di professionisti italiani non regolamentati che ancora oggi vedono negati i loro diritti sopportando le accuse di chi vorrebbe il monopolio della professione".

Proprio in questo senso in sede di assemblea il Coordinamento ha approvato all'unanimità una delibera che definisce le posizioni del Colap e le strategie future. "Il Colap - spiega Lupoi - si è costituito nel ricorso proposto da alcuni ordini professionali contro il decreto applicativo dell'art. 26 del dlgs 206 del 2007 e porterà avanti con fermezza la sua posizione, fiducioso del fatto che l'ottimo lavoro svolto fino ad oggi non venga infangato da chi si ostina a cercare appigli pur di non aprirsi al mercato e alla concorrenza".

"E vorrei precisare a chi, negli ultimi giorni, si è tanto speso nel chiarirci la differenza tra professionisti e lavoratori autonomi - sottolinea ironicamente Lupoi - che il dizionario Zingarelli definisce professione "la attività (manuale o intellettuale) dalla quale si ricava un certo guadagno" e professionista "colui che esercita la professione". E' una invenzione fantasiosa, degna di miglior causa, quella di affermare che professionista è solo chi ha superato un esame di Stato!"

Fonte: CoLAP © Riproduzione riservata



PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa