INFRASTRUTTURE, 1,9 MILIARDI DI INVESTIMENTI PER LE AUTOSTRADE DEL LAZIO

04/12/2008

2.016 volte
“Il Lazio si sta dimostrando una regione che sa affrontare la crisi recessiva puntando sulle infrastrutture”. E’ quanto ha dichiarato il presidente della Regione Lazio Piero Marrazzo a margine della conferenza stampa ‘Cantieri aperti’ organizzata dalla società Autostrade per l’Italia per fare il punto sugli interventi previsti sulla rete autostradale regionale.

Nel Lazio, Autostrade per l’Italia ha messo in campo 1,9 miliardi di euro di investimenti, di cui due terzi grazie alla firma della Convenzione Unica, per ampliare e migliorare 147 chilometri di rete autostradale. “Con i lavori avviati sul territorio - ha spiegato Marrazzo - si è messo in moto un reale processo di velocizzazione, anche se in Italia ci vuole ancora troppo tempo per realizzare le opere. Dalla progettazione alla realizzazione vera e propria, infatti, passano almeno sei anni. E’ troppo - ha osservato il Presidente - bisogna avere il coraggio di snellire le procedure operative della fase di progettazione, impatto ambientale ed esecuzione, senza però trascurare l’aspetto economico relativo al finanziamento dell’opera”. “Abbiamo realizzato - ha ricordato Giovanni Castellucci, amministratore delegato di Autostrade per l’Italia - oltre il 70% degli investimenti in ‘Grandi Opere’ previsti nella Regione dal Piano finanziario del 1997 e dal IV Atto aggiuntivo del 2002. Quasi 38 chilometri di rete sono già stati migliorati e potenziati. Il prossimo impegno - ha aggiunto - riguarda l’ampliamento a tre corsie tra il casello di Roma Nord e Settebagni sull’Autosole, compreso il nuovo casello di Castelnuovo di Porto”. Nel frattempo, sono partite le progettazioni dei lavori che interessano la realizzazione della quarta corsia tra San Cesareo-Colleferro-Frosinone, sempre sull’A1, e l’ampliamento a tre corsie dell’A12 tra Santa Marinella e Torre in Pietra. Attraverso la società controllata ‘Strada dei Parchi’, poi, a breve partiranno i lavori per delle complanari tra Lunghezza e Portonaccio, sul tratto urbano della A24. Saranno inoltre realizzati tre nuovi svincoli e la bretella di collegamento tra l’autostrada A12 e il porto di Civitavecchia. L’intero programma di ampliamento a tre-quattro corsie comporterà un miglioramento anche dell’impatto acustico e ambientale dell’infrastruttura sul territorio. Ma l’impegno di Autostrade per l’Italia per migliorare e rendere più sicura la rete nel Lazio è confermato anche dal fatto che il 99,7% della rete autostradale della Regione è coperta da asfalto drenante, il 95% delle barriere spartitraffico è stato riqualificato e che sono 11 i chilometri di barriere antirumore installate. E’ infine previsto anche il potenziamento di sei caselli autostradali, mentre sedici aree di servizio sono già state ristrutturate, per altre otto gli interventi sono in corso e in due i lavori devono ancora iniziare.

a cura di www.regione.lazio.it
© Riproduzione riservata



PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa