Incentivi tecnici pubbliche amministrazioni: si ritorna allo 0,5%

14/01/2009

15.426 volte
Con un andamento a dir poco ondivago il Governo fa dietrofront relativamente al ripristino degli incentivi per i progettisti interni alla pubblica amministrazione.
Con un emendamento inserito dalle commissioni riunite V e VI Finanze e Bilancio della Camera è stato inserito nell’articolo unico di conversione del decreto-legge 29 novembre 2008, n. 185, c.d. decreto anticrisi, una modifica all’articolo 18 il seguente comma 4-sexies:
“All'articolo 61 del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133, dopo il comma 7 è inserito il seguente: “7-bis. A decorrere dal 1o gennaio 2009, la percentuale prevista dall'articolo 92, comma 5, del codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture, di cui al decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163, e successive modificazioni, è destinata nella misura dello 0,5 per cento alle finalità di cui alla medesima disposizione e, nella misura dell'1,5 per cento, è versata ad apposito capitolo dell'entrata del bilancio dello Stato per essere destinata al fondo di cui al comma 17 del presente articolo.””

Ricordiamo che l’incentivo era stato abbassato allo 0,50 a decorrere dall’1 gennaio 2009 dall’articolo 61, comma 8 del decreto-legge 25 giugno 2008 n. 112 convertito nella legge 6 agosto 2008, n. 133 e che successivamente era stato riportato al 2% dall’articolo 1, comma 10-quater del decreto legge 23 ottobre 2008, n.162 convertito dalla legge 22 dicembre 2008, n. 201.
Sembra proprio che il Governo non abbia le idee chiare se nel giro di sei mesi interviene su uno stesso problema con un comportamento a dir poco ondivago.

Immediata la reazione di Bernardino Primiani Presidente nazionale UNITEL che in un comunicato precisa:“Ci troviamo in una situazione che ha del grottesco per quanto sta accadendo in questi giorni alla Camera per il ritorno al passato di quel famoso comma 8 dell’art. 61 dell’ex dl 112/08 che, in maniera blindata ed a colpi di fiducia, quest’estate, era stato approvato riducendo del 75% (sic!) l’incentivo ai tecnici quale previsto ai sensi dell’art. 92 comma 5 del dlgs 163/06, facendolo passare dal 2% ad un misero 0.5%. UNITEL si è battuta, fin dall’inizio, con tutti i mezzi democratici a disposizione per scongiurare una norma che penalizzava fortemente i tecnici degli uffici della PA; e lo ha fatto con la consapevolezza di chi ogni giorno affronta le vicissitudini del proprio lavoro con enormi sacrifici e molte responsabilità umane e soggettive.”

Primiani continua precisando: “Ci si chiede se tale situazione abbia avuto dei precedenti, perché non appare possibile che le stesse commissioni permanenti di bilancio e finanze in merito al dl 162/08 avevano dato parere positivo per l’abrogazione della norma e poi, in occasione del c.d. decreto anticrisi, si esprimono in senso del tutto contrario a distanza di così pochi giorni, approvando un emendamento che nei fatti fa una marcia indietro pericolosa, innescando un meccanismo di insoddisfazione e di sfiducia.”

A cura di Paolo Oreto
© Riproduzione riservata



PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa