FELITTO (SA): RECUPERO, RIQUALIFICAZIONE EDILIZIA E DESTINAZIONE D’USO DEL “PALAZZO MIGLIACCI”

13/02/2009

4.028 volte
Il Comune di Felitto (SA), al fine di raccogliere un ventaglio di proposte progettuali per la riqualificazione spaziale, edilizia e funzionale dell’Edificio “Palazzo Migliacci”, sito nel centro storico, con il Nulla-Osta dei proprietari, bandisce un concorso di idee a procedura aperta. L'Ente banditore ha inteso ricorrere allo strumento del concorso di idee nella convinzione che tale modalità di gara sia la forma più efficace e trasparente per raccogliere soluzioni progettuali di qualità.
L'area oggetto di concorso è costituita dall’edificio antico “Palazzo Migliacci”, e dalle sue pertinenze, localizzato nel centro Storico del Comune di Felitto (SA).
Il fabbricato vuole fungere da traino per lo sviluppo socio-economico ed ambientale di tutto il centro storico del paese. Sulla base delle indicazioni fornite dal progetto vincitore del concorso saranno redatti successive fasi di progettazioni esecutive.
L’intervento si configura come una occasione per riorganizzare un tessuto storico abbandonato, fornendo strutture ed infrastrutture, servizi e percorsi viari e anche agli insediamenti residenziali esistenti.

Il concorso è aperto agli architetti e agli ingegneri regolarmente iscritti, ai sensi dell’art.39 del Dlg 163/2006, agli albi dei rispettivi ordini professionali che, al momento di iscrizione al concorso, per nessun motivo, non sia inibito all’esercizio della libera professione e che si trovino in regola con i requisiti di ordine generale di cui all’art. 38 del Dlg 163/2006, e con i requisiti di cui all’art. 54 del DPR 554/99 per le società professionali.



Elaborati di progetto
Per la partecipazione al concorso sono richiesti i seguenti elaborati:
  • 1. Una relazione illustrativa della proposta di massimo 20 pagine in formato A4 finalizzata all'approfondimento della descrizione delle scelte progettuali operate dal concorrente.
  • 2. Una relazione tecnica della proposta di massimo 20 pagine in formato A4 finalizzata all'approfondimento della descrizione tecniche delle scelte progettuali operate dal concorrente, con particolare riferimento alla normative e leggi vigenti in materia.
  • 3. Studio di prefattibilità Ambientale;
  • 4. Planimetria generale e schemi grafici;
  • 5. calcolo sommario della spesa;
  • 6. Due tavole in formato UNI A1 montate su supporto rigido leggero contenenti:
    • una planimetria generale in scala adeguata dell'area con indicazione della viabilità, delle interconnessioni con le zone limitrofe, della suddivisione tra spazi pubblici e privati e dell'organizzazione degli spazi;
    • rappresentazioni prospettiche e ogni altro genere di rappresentazione ritenuta idonea a rappresentare gli elementi significativi della proposta.
  • 7. Una tavola di sintesi in formato UNI A1 montata su supporto rigido leggero e liberamente composta, finalizzata ad illustrare la strategia di trasformazione dell’edificio “Migliacci” contenuta nella proposta.
    La tavola potrà contenere schizzi, schemi, brevi testi in grado di comunicare in modo chiaro le scelte progettuali del concorrente.
    Questa tavola sarà utile non solo in sede di selezione dei progetti per valutare la coerenza della proposta con la visione di cambiamento perseguita dall'amministrazione, ma anche per comunicare ai cittadini in modo efficace, immediato e corretto i contenuti della proposta.
  • 8. Eventuali viste tridimensionali degli interventi;
  • 9. Tutte le tavole, la relazione e la sintesi dovranno essere consegnate anche in formato PDF o .dwg ad alta risoluzione su CD o DVD.
  • 10. Ogni altro elaborato e/o documento utili per la presentazione e la fattibilità del lavoro.
Calendario del concorso
  • Pubblicazione del bando.
  • Termine per effettuare l'iscrizione: 30 giorni dalla pubblicazione del bando all’Albo pretorio del Comune.
  • Termine per la consegna degli elaborati: 60 giorni dalla pubblicazione del bando di gara all’Albo pretorio del comune;
  • inizio lavori della giuria: entro 100 giorni dalla pubblicazione del bando di gara all’Albo pretorio del comune;
  • conclusione lavori della giuria: entro 130 giorni dalla pubblicazione del bando di gara all’Albo pretorio del comune;
  • comunicazione esito del concorso: entro 150 giorni dalla pubblicazione del bando di gara all’Albo pretorio del comune;
Tali scadenze possono essere modificate in caso di particolari esigenze della Giuria.

Premi
Il montepremi del concorso è stabilito nella somma di Euro 2.000,00, che saranno così suddivisi:
  • al progetto vincitore è attribuito un premio di Euro 1.500,00 (millecinquecento/00);
  • al progetto secondo classificato è attribuito un rimborso spese di Euro 500,00 (cinquecento/00)
Ente Banditore
Comune di Felitto (SA)
Piazza Mercato 84055 Felitto (SA)

Responsabile del procedimento
l’ing. Daniele Gnazzo, responsabile dell’ufficio tecnico del comune di Felitto (SA)

© Riproduzione riservata



PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa