OSSERVATORIO MERCATO IMMOBILIARE: QUOTAZIONI IMMOBILIARI II SEMESTRE 2008

18/03/2009

9.963 volte
Disponibili da ieri 17 marzo 2009 nel sito web dell’Agenzia del Territorio le quotazioni immobiliari elaborate dall'Osservatorio del Mercato Immobiliare per tutti i comuni italiani riferite al II semestre 2008.
Per ogni città, anche non capoluogo di provincia, in funzione della zona e del tipo di destinazione (residenziale, commerciale, terziaria, produttiva) è possibile ricavare il valore di mercato ed il valore della locazione in funzione della tipologia (abitazioni civili, abitazioni di tipo economico, box, posti auto coperto, posti auto scoperti) e dello stato conservativo (scadente, normale, ottimo). L’agenzia del territorio precisa che detti valori:
  • non possono intendersi sostitutivi della “stima”, ma soltanto di ausilio alla stessa;
  • sono riferiti all’ordinarietà degli immobili con riferimento, in particolare, allo stato conservativo prevalente nella zona omogenea.
E’ stata, anche, pubblicata la nota trimestrale sul mercato immobiliare 2008 che analizza i volumi delle compravendite effettuate in Italia nel corso del IV trimestre 2008 e fornisce uno studio sull’intero anno.
La nota trimestrale, realizzata a cura dell’OMISE, evidenzia che nel 2008 il volume di compravendite complessivo è stato di 1.519.796 transazioni (NTN) con un decremento, pari a -13,7% sul 2007. Il calo delle compravendite risulta generalizzato per i diversi settori.
Il settore residenziale con 686.587 NTN diminuisce del 15,1%, il terziario, 17.988 NTN, è in calo del 15,5%, il commerciale con 45.283 compravendite, risulta in calo del 11,7%, il settore produttivo con 15.398 NTN cala del 8,7%, il mercato delle pertinenze, con 538.948 NTN, si ridimensiona sensibilmente con un calo del 12,3% , infine l’Altro con 215.592 NTN registra un calo del -13,3%.
L’andamento dell’indice del NTN mostra un trend nettamente in calo a partire dal 2007 per tutti i settori, con il commerciale ed il terziario che risultavano in calo già dal 2006. Nel quinquennio 2004-2008 il volume di compravendite si è contratto mediamente del 11,5%, rispetto al 2004. Il settore più stabile è il produttivo con un calo intorno al 4% sul 2004, mentre quello con perdite maggiori è il commerciale, -18,3% circa. Il residenziale, analogamente alle pertinenze, si contrae del 14% circa rispetto al 2004.

© Riproduzione riservata



PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa