NORME REGIONALI PER LA SICUREZZA E LA QUALITÀ DEL LAVORO

01/04/2009

2.363 volte
La Regione Liguria investe in sicurezza sul lavoro e sostiene la lotta al fenomeno del lavoro sommerso incentivando la regolarità.
I nuovi fondi, finanziati dalla legge regionale n.30/2007 "Norme regionali per la sicurezza e la qualità del lavoro", si concentrano sulla promozione, negli enti pubblici e nelle imprese private, della sicurezza e della salute sul lavoro, sul sostegno e l'impulso al lavoro regolare dei cittadini immigrati e sulla responsabilità sociale dei datori di lavoro.

Sei nuovi bandi attraverso i quali la Regione Liguria s'mpegna a diffondere a tutti i livelli, lavoratori e datori di lavoro, la cultura e la pratica della prevenzione. Dall'accrescimento delle conoscenze e delle competenze dei singoli in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro all'importanza di saper anticipare i rischi intraprendendo azioni volte al miglioramento dell'ambiente e della qualità del lavoro.

Una prevenzione che passa anche attraverso la lotta al fenomeno del lavoro nero e clandestino: la regolarizzazione è presupposto necessario e imprescindibile alla tutela e al rispetto del diritto al lavoro e alla sicurezza di tutti.

Dei sei bandi quattro riguardano finanziamenti a progetti, destinati a enti pubblici e aziende private (articoli 8, 10 e 13 della lr n.30/2007) ai quali è possibile partecipare dall'1 al 30 aprile 2009, gli altri due prevedono contributi per interventi sulla sicurezza nelle imprese (art.11) e per la responsabilità sociale dei datori di lavoro pubblici e privati (art.14), con scadenza dal 4 maggio al 31 ottobre 2009.

a cura di www.regione.liguria.it
© Riproduzione riservata



PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa