La sicurezza nel settore delle costruzioni: Analisi dei dati e confronti internazionali Anno 2009

06/04/2010

2.512 volte
Il settore delle costruzioni continua ad essere uno dei più pericolosi, sia in Italia che in Europa, per gli addetti che vi sono impegnati.
In base ai dati Inail elaborati dal Centro studi del Consiglio nazionale degli ingegneri, nel 2008 si sono registrati in Italia circa 875mila incidenti, di cui l'11,3% all'interno di un'impresa che opera nel settore delle costruzioni. Degli 89.254 incidenti registrati nel comparto delle costruzioni, 235 si sono rivelati mortali.
Gli interventi normativi posti in essere negli ultimi anni nel nostro paese per migliorare la sicurezza dei lavoratori nei cantieri sembrano, però, avere avuto un impatto significativo. Il numero di infortuni ogni 1.000 occupati nel settore è in continua diminuzione, passando da 60,1 nel 2000 a 41,3 nel 2007. Anche il numero degli infortuni mortali ogni 1.000 occupati ha ripreso a ridursi, attestandosi nel 2007 a 1,2, dopo che nel 2006 aveva subito una improvvisa impennata, raggiungendo 1,7.

Fonte: www.centrostudicni.it
© Riproduzione riservata



Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa