Dall'ENEA nuove idee per l'adeguamento sismico degli edifici storici

18/05/2010

4.838 volte
"In accordo con la sua nuova missione di Agenzia, l'ENEA è impegnata nel trasferimento delle più avanzate tecnologie antisismiche, già sviluppate per il settore energetico, al settore edilizio per la protezione sismica degli edifici e delle infrastrutture. La messa in sicurezza, il recupero e l'adeguamento sismico del patrimonio edilizio, in particolare per gli edifici di interesse storico e artistico dei centri storici delle aree geografiche interessate dai terremoti, come il centro dell'Aquila, che rivestono una significativa rilevanza per il nostro Paese, fanno parte di una strategia economica e sociale, orientata allo sviluppo sostenibile".

Queste le parole dell'ing. Giovanni Lelli, Commissario dell'ENEA, con le quali ha aperto la giornata di studio organizzata dall'ENEA, dal titolo "Nuove idee per l'adeguamento sismico degli edifici storici". Durante la giornate è stato presentato un innovativo sistema per l'isolamento sismico degli edifici già esistenti, basato sulla realizzazione di una piattaforma isolante sotto al piano di posa delle fondazioni, che non richiede alcun intervento sull'edificio sovrastante. Il sistema, messo a punto nell'ambito di un progetto di ricerca condotto da ENEA e Politecnico di Torino, è stato proposto per l'adeguamento sismico degli edifici storici dell'Aquila.

L'inserimento della piattaforma isolante sotto le fondazioni di edifici già esistenti, finora realizzabile solo ex-novo per gli edifici di nuova costruzione, rappresenta un importante passo in avanti per la salvaguardia delle costruzioni di interesse storico-artistico.

Come riportato nella nota dell'ENEA, a partire dall'OPCM n. 3274/2003, la normativa italiana in tema di costruzioni in zone sismiche ha consentito l'utilizzo di moderne tecnologie antisismiche, tra le quali l'isolamento alla base che consente una riduzione delle azioni sismiche e consentendo all'edificio di rimanere nel campo elastico senza subite danni.

Nella nota finale dell'ENEA, sono stati riportati alcuni interessanti casi di isolamento sismico di strutture esistenti divise per:
  • adeguamento sismico di edifici in cemento armato;
  • adeguamento sismico di edifici in muratura;
  • adeguamento sismico di edifici di interesse storico-artistico.

© Riproduzione riservata



Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa