Nuovo Regolamento Codice dei contratti: Nella parte IV i contratti pubblici relativi a forniture e altri servizi nei settori ordinari

01/07/2010

8.723 volte
Nella quarta delle sette parti che compongono il Regolamento del Codice dei Contratti approvato dal Consiglio dei Ministri del 18 giugno scorso ed in attesa della firma del Capo dello Stato, della registrazione alla Corte dei Conti e della successiva pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale, sono riportate le norme che devono essere utilizzate per i contratti pubblici relativi a forniture e altri servizi nei settori ordinari.

Nella parte IV sono regolamentati i restanti servizi e le forniture. Il regolamento segue l'orientamento generale del codice volto a garantire i maggiori vincoli che caratterizzano tradizionalmente la normativa sui lavori, nel rispetto delle differenze di questi settori e, nell'attuare i rinvii operati allo stesso dal codice, introduce alcuni profili di rilevante innovatività nella disciplina del settore dei servizi e delle forniture in ordine alle varie fasi in cui si articola la procedura di affidamento, oltre a chiarire e dettagliare le modalità applicative di alcuni istituti.

Tra gli elementi di maggiore innovatività segnaliamo che:
  • viene introdotta una disciplina della programmazione degli appalti di forniture e di servizi (articolo 271);
  • viene introdotta, anche, una disciplina di dettaglio dei compiti e delle attività del responsabile del procedimento (articolo 273);
  • viene introdotto il profilo della finanza di progetto (articolo 278) per la quale si è previsto un adattamento della disciplina della finanza di progetto prevista per i lavori;
  • viene disciplinato il sistema dinamico di acquisizione ed i presupposti, le condizioni e le modalità di svolgimento dell'asta elettronica.
Infine, tra gli elementi maggiormente innovativi, si segnala l'introduzione di un'articolata disciplina in tema di esecuzione del contratto e contabilità (titolo III) nonché in tema di collaudo e verifica di conformità delle prestazioni contrattuali (titolo IV).

In particolare la Parte IV per un totale di 68 articoli è suddivisa nei seguenti cinque titoli:
  • Titolo I - Programmazione e organi del procedimento (n. 4 articoli)
  • Titolo II - Requisiti di partecipazione, sistemi di realizzazione e selezione delle offerte (n. 22 articoli)
  • Titolo III - Esecuzione del contratto e contabilità delle forniture e dei servizi (n. 15 articoli).
  • Titolo IV - Collaudo e verifica di conformità (n. 14 articoli).
  • Titolo V - Acquisizione di servizi e forniture sotto soglia e in economia (n. 13 articoli).
Il titolo I (artt. 271 – 274) contenente le disposizioni relative alla programmazione ed agli organi del procedimento ed è formulato tenendo conto dell'esigenza di fornire alle stazioni appaltanti criteri utili per l'elaborazione di una efficiente programmazione degli appalti di servizi e forniture.
Il titolo II (artt. 275- 296) contenente i requisiiti di partecipazione, i sistemi di realizzazione e la selezione delle offerte è suddiviso in 3 Capi che contengono i requisiti di partecipazione e la selezione delle offerte, i criteri di selezione delle offerte e, per ultimo, le procedure di sceltra del contraente e le aste elettroniche.
Il titolo III (artt. 297 – 311) contenente l'esecuzione del contratto e la contabilità delle forniture e dei servizi è suddiviso in due Capi che contengono rispettivamente l'esecuzione del contratto e le modifiche in corso di esecuzione del contratto.
Il titolo IV (artt. 312 - 325) disciplina il collaudo nei settori delle forniture e dei servizi. Più precisamente si parla di collaudo per le forniture e di verifica di conformità delle prestazione per i servizi.
L'obiettivo è quello di dettare una regolamentazione generale per una procedura che, fino ad oggi, nei settori delle forniture e dei servizi era disciplinata a livello di singolo affidamento. La fase della verifica finale della prestazione espletata e quindi della collaudabilità della fornitura e del servizio era infatti rimessa alla disciplina degli atti contrattuali. La regolamentazione introdotta ricalca la disciplina del collaudo dei lavori, con i dovuti adattamenti connessi alla particolarità dei settori delle forniture e servizi, e tenendo conto di una forte esigenza di semplificazione.
Il titolo V (artt. 326 - 338) contenente l'acquisizione di servizi e forniture sotto soglia e in economia è suddiviso in due Capi che contengono rispettivamente le acquisizioni sotto soglia e le acquisizioni di servizi e forniture in economia.

A cura di Paolo Oreto
© Riproduzione riservata



Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa