Stress lavoro correlato: dall'INAIL il manuale per la valutazione e gestione del rischio

03/06/2011

7.005 volte
L'INAIL ha messo a disposizione delle aziende un portale ed un manuale per la valutazione e gestione del rischio da stress lavoro-correlato, contenenti una serie di risorse e strumenti finalizzati a supportare le aziende nella valutazione e gestione del rischio da stress lavoro-correlato secondo quanto previsto dalla normativa (Decreto Legislativo 81/2008 e successive modifiche ed integrazioni).

L'obiettivo dell'applicazione informatica e del manuale è quello di supportare, con strumenti scientificamente validati, le aziende nel processo di valutazione e gestione del rischio da stress lavoro-correlato, nel rispetto della normativa vigente, utilizzando un percorso metodologico basato sul Modello Management Standards approntato dall'Health and Safety Executive (HSE), contestualizzato al D.Lgs n. 81/2008 e s.m.i. e raccordato con le esperienze del "Coordinamento Tecnico Interregionale della prevenzione nei luoghi di lavoro" e del "Network Nazionale per la Prevenzione del Disagio Psicosociale nei luoghi di lavoro" sulla specifica tematica, nell'ottica di offrire all'utenza un "metodo unico integrato" per la valutazione e gestione del rischio da stress lavoro-correlato.

Il manuale è suddiviso in due capitoli e quattro appendici:
  • il capitolo 1 definisce il quadro normativo, la sua evoluzione nel tempo e fornisce le prime indicazioni per la valutazione del rischio da stress lavoro-correlato;
  • il capitolo 2 descrive la proposta di un percorso metodologico integrato per la valutazione e gestione del rischio da stress lavoro-correlato e tratta:
    1. la Fase Propedeutica - in questa fase, prima di procedere alla valutazione, è necessario operare una vera e propria "preparazione dell'organizzazione", elemento chiave in tutti i processi valutativi e, ancor di più, nella valutazione del rischio da stress lavoro-correlato, attraverso tre momenti (Costituzione del Gruppo di Gestione della Valutazione; Sviluppo di una strategia comunicativa e di coinvolgimento del personale; Sviluppo del piano di valutazione del rischio);
    2. la Valutazione Preliminare - è la prima attività da svolgere, per una corretta valutazione del rischio da stress lavoro-correlato, in cui si predispone una "lista di controllo" frutto di una revisione critica della proposta del "Network Nazionale per la Prevenzione Disagio Psicosociale nei luoghi di lavoro" successiva alla sperimentazione ed al feedback di 800 aziende, a cura dello SPISAL dell'Ulss 20 del Veneto e la Cattedra di Medicina del Lavoro di Verona, alla luce delle specifiche indicazioni della Commissione Consultiva. La "lista di controllo" contiene ulteriori indicatori, oltre a quelli già elencati dalla Commissione Consultiva, suddivisi per "famiglie" (eventi sentinella, fattori di contenuto del lavoro e fattori di contesto del lavoro) e permette così di procedere alla "valutazione preliminare".
    3. la Valutazione Approfondita - è la fase che prevede "la valutazione della percezione soggettiva dei lavoratori" utile all'identificazione e caratterizzazione del rischio da stress lavoro-correlato e delle sue cause. Si affianca ed integra l'analisi degli indicatori oggettivi previsti nella valutazione preliminare ed in nessun caso può considerarsi sostitutiva.
    4. la Pianificazione degli interventi successivi - in questa fase, dopo aver analizzato i risultati della valutazione preliminare e approfondita, è necessario pianificare gli interventi volti all'eliminazione/riduzione del rischio.
    5. Ruolo del Medico Competente - il questo paragrafo, l'INAIL definisce gli obblighi del medico competente ai sensi del comma 1, art. 25 del D.Lgs. n. 81/08 e s.m.i.

L'applicazione informatica (accessibile all'indirizzo http://www.ispesl.it/focusstresslavorocorrelato/index.asp) mette a disposizione delle aziende alcuni strumenti per effettuare, in linea con le indicazioni della norma, la valutazione e la conseguente gestione del rischio da stress lavoro-correlato attraverso un percorso scientificamente corretto, con il coinvolgimento coordinato, partecipato ed integrato dei lavoratori e delle figure della prevenzione presenti in azienda.

Per poter utilizzare lo strumento è necessaria la registrazione al portale. Successivamente sarà possibile utilizzare gli strumenti on line ed in particolare:
  • per la fase di valutazione preliminare si mette a disposizione uno strumento denominato Lista di Controllo al fine di facilitare il percorso del Gruppo di Gestione della Valutazione;
  • per la fase di valutazione approfondita che prevede "la valutazione della percezione soggettiva dei lavoratori" si mette a disposizione il Questionario - Strumento Indicatore utile all'identificazione e caratterizzazione del rischio da stress lavoro-correlato e delle sue cause;
  • per la fase di gestione e monitoraggio si mette a disposizione l'apposito Tutorial Focus Group, strumento di ausilio nella gestione di quei passaggi che necessitano del coinvolgimento diretto dei lavoratori sia in fase di valutazione approfondita che di analisi dei risultati ottenuti.

I dati personali dell'azienda, della lista di controllo e del questionario - strumento indicatore, oltre a fornire alle aziende i risultati della valutazione del rischio da stress lavoro-correlato, verrano utilizzati da INAIL, Dipartimento Medicina del Lavoro - ex ISPESL, in forma anonima ed aggregata, esclusivamente per finalità di ricerca e non verrano forniti a terzi per alcun motivo.

© Riproduzione riservata



Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa