Dal GSE il Rapporto Statistico degli impianti a fonti rinnovabili del 2011

04/10/2012

2.594 volte
Il Gestore dei Servizi Energetici (GSE) ha pubblicato il Rapporto Statistico degli impianti a fonti rinnovabili del 2011 contenente l'evoluzione delle fonti rinnovabili in Italia alla fine del 2011 e che illustra le informazioni su consistenza, potenza installata e produzione elettrica, generata a livello nazionale, regionale e provinciale.

Il Rapporto ha evidenziato come la crescita annua degli impianti alimentati da fonti rinnovabili continua a mantenersi a livelli molto elevati. In particolare, negli ultimi sei anni il numero di impianti è sempre raddoppiato rispetto all'anno precedente raggiungendo nel 2011 una consistenza pari a 335.151 impianti con una potenza installata pari a 41.399 MW, oltre il doppio dei 18.335 MW del 2000. Il motivo della crescita sta nell'installazione di nuovi parchi eolici, impianti alimentati con bioenergie e soprattutto ai fotovoltaici che nel 2011 hanno registrato un incremento eccezionale.
In totale, la produzione di energia rinnovabile ha raggiunto I 82.961 GWh, l'8% in più rispetto al 2010.

Nel 2011 l'Italia ha superato l'obiettivo nel settore elettrico del 19,6% indicato nel Piano di Azione Nazionale, raggiungendo il 23,5%. L'obiettivo al 2020 del 26,4%, come indicato nella prima anticipazione della Strategia Energetica Nazionale (SEN), dovrà essere rivisto al rialzo tenuto conto soprattutto della significativa crescita del fotovoltaico.

Nel 2011 l'Italia è il quarto Paese per produzione da fonti rinnovabili nell'Europa dei 15. Il primato continua ad essere detenuto da Germania, Spagna e Svezia. L'Italia sopravanza la Francia, nonostante entrambi i Paesi abbiano risentito della forte riduzione della produzione idraulica, l'Italia è riuscita a compensare grazie al fotovoltaico.

Il Rapporto è articolato in tre sezioni:
  1. La prima sezione è suddivisa in più parti: a quella generale, che descrive il parco di produzione elettrica nazionale alimentato con le fonti rinnovabili, il bilancio elettrico nazionale e il monitoraggio del target previsto dalla direttiva 28/2009/CE, seguono quelle descrittive delle singole fonti. In ognuna sono riportate numerosità, potenza installata e produzione, mostrate con l'ausilio di mappe regionali e provinciali e analisi sulle ore di utilizzazione.
  2. La seconda sezione espone gli impianti incentivati o che fruiscono dei servizi erogati dal Gestore dei Servizi Energetici. In una tabella riassuntiva si riportano i dati a livello nazionale suddivisi per Conto energia, Tariffa Onnicomprensiva, Cip6, Certificati Verdi, e Ritiro Dedicato- Scambio sul Posto.
  3. La terza e ultima sezione è dedicata ai confronti internazionali, dove si riporta la diffusione della produzione rinnovabile nell'Europa dei 15. La fonte dei dati europei è l'International Energy Agency (dati provvisori).

© Riproduzione riservata



PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa