Gazzetta Ufficiale: Pubblicata la legge di stabilità

28/12/2013

8.793 volte
Sul supplemento ordinario n. 87 alla Gazzetta ufficiale n. 302 del 27 dicembre 2013 è stata pubblicata la legge 27 dicembre 2013, n. 147 recante “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (Legge di stabilità 2014)”.
Il testo, riprendendo un abitudine di alcuni anni orsono, è composto da un unico articolo e 749 commi; è difficilmente leggibile per la mancanza di articoli che raggruppino norme omogenee e costituisce un pallottoliere di norme spesso mal scritte ed a volte non integrate con altre norme previgenti
La legge di stabilità 2014 che entrerà in vigore l’1 gennaio 2014 è, di fatto, la promessa non mantenuta di una sostanziale riduzione del costo del lavoro che in alcuni casi,invece, con l’aumento dello 0,5% dei contributi che sarà versato dal primo gennaio 2014 dalle Pmi per finanziare un fondo di solidarietà presso l’Inps, avrà con il sapore della beffa.

Qui di seguito alcuni delle principali norme approvate nei 749 commi

Locazioni (Commi 49 e 50) – A decorrere dall’1 gennaio 2014 i pagamenti riguardanti canoni di locazione di unità abitative, fatta eccezione per quelli di alloggi di edilizia residenziale pubblica, devono essere corrisposti obbligatoriamente, quale ne sia l'importo, in forme e modalità che escludano l'uso del contante e ne assicurino la tracciabilità.

Rischio idrogeologico (Comma 70) - Con alcune modifiche all’articolo 18 del d.l. n. 79/2013 convertito dalla legge n. 98/2013, viene precisato che le risorse per gli interventi per incrementare la sicurezza e migliorare le condizioni dell’infrastruttura viaria vengono assegnate con priorità per le opere stradali volte alla messa in sicurezza del territorio dal rischio idrogeologico.

Pagamento diretto subappaltatori (Comma 72) - Viene modificato l’art. 176, comma 9, del D.Lgs 163/2006 (Codice dei contratti pubblici), con la previsione dell’obbligo per il soggetto aggiudicatore, prima di effettuare qualsiasi pagamento a favore del contraente generale, compresa l’emissione di eventuali stati di avanzamento lavori, di verificare il regolare adempimento degli obblighi contrattuali del contraente generale verso i propri affidatari: ove risulti la inadempienza del contraente generale, il soggetto aggiudicatore applica una detrazione sui successivi pagamenti e procede al pagamento diretto all’affidatario, nonché applica le eventuali diverse sanzioni previste in contratto.

Efficienza energetica – Ecobonus (Comma 139) - La detrazione del 65% per il risparmio energetico relativa alle opere realizzate nelle abitazioni sarà prorogata sino al 31 dicembre 2014, mentre passa al 50% per le spese sostenute dal 1° gennaio 2015 al 31 dicembre 2015.

Ristrutturazione edilizia (Comma 139) - La detrazione del 50 % per ristrutturazioni edilizie viene confermata sino al 31 dicembre 2014 per passare dall’1 gennaio 2015 al 31 dicembre 2015 al 40% e sempre fino ad un ammontare complessivo non superiore a 96.000 euro per unità immobiliare e sino al 31 dicembre 2015. A coloro che fruiscono della detrazione per ristrutturazioni edilizie è riconosciuta, anche, una detrazione dall’imposta lorda sino a 10.000 euro per le ulteriori spese documentate sostenute per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici con la precisazione che tali spese non possono essere superiori a quelle sostenute per i lavori di ristrutturazione.

Messa in sicurezza statica (Comma 139) - La detrazione 65% per interventi di messa in sicurezza statica viene confermata sino al 31 dicembre 2014 per passare dall’1 gennaio 2015 al 31 dicembre 2015 al 50% e sempre fino ad un ammontare complessivo non superiore a 96.000 euro per unità immobiliare e sino al 31 dicembre 2015.

Attestazione prestazione energetica (Comma 139) – Con un modifica del comma 3-bis (ma non era stato modificato ed integrato in un unico comma 3 dal decreto-legge 23 dicembre 2013, n. 145 cosidetta “Destinazione Italia”?) viene precisato che l’obbligo di allegare l'attestato di prestazione energetica al contratto di vendita, agli atti di trasferimento di immobili a titolo gratuito o ai nuovi contratti di locazione, a pena la nullità degli stessi contratti di cui all’art. 6 del D.L. n. 63 del 2013), decorre dall’entrata in vigore del decreto di adeguamento delle Linee guida per la certificazione energetica degli edifici, da emanare con decreto del Ministro dello Sviluppo economico.

Impianti sportivi (Commi 303 e 305) - Viene introdotta una nuova procedura per la realizzazione e l’ammodernamento degli impianti sportivi, nonché per assicurare l’equilibrio economico e finanziario degli interventi anche sulla scorta di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di finanza di progetto. Gli interventi, laddove possibile, sono realizzati prioritariamente mediante recupero di impianti esistenti o relativamente a impianti localizzati in aree già edificate. Non possono essere previsti altri tipi di intervento, salvo quelli strettamente funzionali alla fruibilità dell'impianto e al raggiungimento del complessivo equilibrio economico-finanziario dell'iniziativa e concorrenti alla valorizzazione del territorio in termini sociali, occupazionali ed economici e comunque con esclusione della realizzazione di nuovi complessi di edilizia residenziale.

Lavori, servizi e forniture ein economia (Comma 343) - Viene integrato l’art. 33, comma 3-bis del Dlgs 163/2006 con una deroga all’obbligo di aderire alla centrale di committenza unica per i comuni con popolazione inferiore a 5.000 abitanti per le acquisizioni di lavori, servizi e forniture effettuate in economia mediante amministrazione diretta, nonché per lavori, servizi o forniture di importo inferiore a quarantamila euro.

Cuneo Fiscale (Comma 431) - Viene istituito, presso il Ministero dell’Economia e delle Finanze, il Fondo per la riduzione della pressione fiscale, utilizzando le risorse derivanti dai risparmi di spesa derivanti dalla razionalizzazione della spesa pubblica, nonché per il biennio 2014-2015 l’ammontare di risorse che si stima di incassare, in sede di DEF, a titolo di maggiori entrate rispetto alle previsioni di bilancio derivanti dalle attività di contrasto all'evasione fiscale, fermo restando il conseguimento degli obiettivi di finanza pubblica. Per l’anno 2014 le entrate derivanti da misure straordinarie di contrasto all'evasione, non computate nei saldi di finanza pubblica, sono finalizzate in corso d'anno alla riduzione della pressione fiscale sul lavoro, mediante riassegnazione all’apposito Fondo; esse sono destinate all’incremento delle deduzioni IRAP e detrazioni IRPEF, ad esclusione delle detrazioni per redditi di pensione spettanti.

Tassa sulla casa: Imposta unica comunale (Commi 639 - 731) - Quasi 100 commi per dire addio all’Imu sulla prima casa e per la nuova Imposta unica comunale (Iuc) relativa alle abitazioni principali in cui vivono i proprietari. L’Imposta unica comunale unifica, di fatto, tre tributi comunali sulla casa: rimane l'Imu su seconde case e prime di lusso, arriva la Tasi (che di fatto sostituisce la parte di Tares sui servizi indivisibili), c'è la Tari che sostituisce la vecchia tassa sui rifiuti. L'aliquota base sarà dell'1 per mille ma per il 2014 - solo per questo primo anno - l'aliquota non potrà superare il 2,5 per mille.

Fondo povertà (Comma 216) - Arriva in via sperimentale il reddito d'inserimento nelle grandi aree metropolitane con uno stanziamento di 120 i milioni. La misura varrà per tre anni, dal 2014 al 2016. Il Fondo per la lotta alla povertà verrà incrementato di 40 milioni per ciascuno dei tre anni. Il Fondo riguarda la carta acquisti, ma le risorse verranno anche dirette alla “sperimentazione di misure di sostegno alla inclusione minima”.

A cura di Gabriele Bivona
© Riproduzione riservata



Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa