Regione Siciliana: in Gazzetta la circolare sugli Studi geologici per la redazione degli strumenti urbanistici

04/02/2014

4.217 volte
E' stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana n. 5 del 31 gennaio 2014 la Circolare 14 gennaio 2014, n. 1 dell'Assessorato del Territorio e dell'Ambiente recante "Studi geologici per la redazione di strumenti urbanistici" che abroga e sostituisce la circolare 15 ottobre 2012, prot. 57027 (G.U.R.S. 02/12/2012) e la circolare n. 2222/95 (G.U.R.S. 24/04/1995).

Diffidente il commento del Presidente del Consiglio Regionale dei Geologi Fabio Tortorici che si è dimostrato sorpreso per la pubblicazione della Circolare che non è stata preceduta da nessuna concertazione con i Geologi siciliani. "Al momento non c'è stata alcuna interazione e concertazione con l'Ordine dei Geologi, ma già abbiamo richiesto all'Assessorato un incontro per colmare talune incongruenze contenute nella norma".

Il Presidente dei Geologi Siciliani ha rilevato come "Nella stesura della precedente circolare n. 57027/2012 avente stesso oggetto, sono state numerose le interlocuzioni con i funzionari dell'Assessorato, ottenendo come risultato l'affermazione normativa che gli strumenti urbanistici generali ed attuativi, devono essere compatibili con le realtà geologiche, riconoscendo alla nostra disciplina un ruolo importante nei processi di pianificazione, programmazione ed adeguamento dei P.R.G.".

Diversa è, invece, stata la redazione della circolare n. 1/2014. "Quest'ultima ed improvvisata Circolare ci sorprende ancor di più, considerando che conserva i numerosi errori di digitazione della precedente e non apporta alcun significativo aggiornamento tecnico. Le uniche modifiche riguardano la densità areale media dei punti di esplorazione e la scala grafica da utilizzare nella carta litotecnica e delle microzone omogenee in prospettiva sismica. Troppo poco, per chi è fermamente convinto che una corretta politica di salvaguardia e sviluppo delle risorse ambientali, deve essere basata sulla conoscenza e valutazione dei fattori fisici che ne condizionano l'uso".

La circolare dopo le premesse definisce nei successivi paragrafi:
  • l'obiettivo degli studi
  • la riduzione del rischio sismico
  • i contenuti degli studi
  • l'estensione territoriale e la scala degli elaborati grafici

La circolare è, poi, completata da:
  • Allegato A - Elenco degli elaborati cartografici
  • Allegato B - Simbologia Geologica
  • Allegato C - Simbologia Geomorfologica
  • Allegato D - Guida Schematica alla definizione di unità litotecniche
  • Allegato E - Simbologia indagini
  • Allegato G - Unità vulcaniche
  • Allegato H - Unità me

Ovviamente il paragrafo più corposo è quello relativo ai contenuti degli studi che sono quelli di seguito elencati:
  • Analisi delle informazioni esistenti;
  • Cartografia di analisi;
  • Canografia di sintesi;
  • Risultati delle indagini;
  • Relazioni.

A cura di Gabriele Bivona
© Riproduzione riservata



Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa