Inarcassa nell'occhio del ciclone: chieste le dimissioni del Presidente arch. Paola Muratorio

14/02/2014

36.165 volte

La quiete dopo la tempesta sembra non arrivare mai. Quella che i liberi professionisti italiani architetti e ingegneri sta vivendo negli ultimi anni può ormai essere definita la tempesta perfetta, un uragano che con forza sta distruggendo il tessuto più vulnerabile dell'economia italiana: l'attività intellettuale.

Dopo le recenti polemiche montate dalla base contro la riforma Inarcassa, che ha costretto i liberi professionisti ad un aumento del 44% del contributo minimo (soggettivo e integrativo) rispetto al 2012 (da € 2.020 a € 2.910) e dopo il commento della Presidente Paola Muratorio che, alla rilevazione dell'Istat che certificava il crollo del comparto edile (leggi news), parlando di "discesa agli inferi, spronava il Governo e le istituzioni a non ignorare più la categoria di Architetti e Ingegneri, ecco che come un fulmine a ciel sereno arriva un nuovo terremoto.

Passando dai principali Social Network e circolata in rete alla velocità della luce, è partita, infatti, da Pescara una petizione che parlando dell'ormai noto problema della svendita delle prestazioni professionali attraverso il circuito Groupon ha scosso nelle fondamenta la Cassa di Previdenza di Architetti e Ingegneri.

Ma andiamo con ordine. Sul sito Groupon è cominciata da qualche giorno la vendita della certificazione energetica valida in 5 regioni a soli 34,00 euro (clicca qui). Fin qui in molti penseranno "niente di nuovo all'orizzonte". In effetti di nuovo non c'è nulla, considerato che è ormai frequente trovare offerte di questa natura senza che ordini o consigli nazionali possano fare nulla per porre rimedio. Il problema, però, è un altro e riguarda il prestatore di servizi dell'offerta incriminata.

Indagando a fondo, apprendiamo che la società che insieme a Groupon propone questa offerta è "Gruppo Green Power S.p.A", società per azioni che, con ben 43 sedi dislocate su tutto il territorio nazionale, è tra le principali affiliate a "Enel Green Power" nel cui Consiglio di Amministrazione siede comodamente l'Arch. Paola Muratorio che, come tutti ormai sanno, riveste parallelamente l'incarico di Presidente Inarcassa.

Che il Consiglio di Amministrazione di Enel Green Power sia coinvolto non è dato saperlo, né sopratutto se l'arch. Muratorio sia a conoscenza (molto probabilmente no) della svendita di una prestazione intellettuale da parte di una società affiliata. Fatto sta che è bastata una scintilla per far montare la rabbia dei liberi professionisti capeggiata dall'Arch. Gianluigi Maria D'Angelo che ha creato la petizione (clicca qui) che richiede esplicitamente le dimissioni dell'attuale presidente Inarcassa.

Considerato, però, che l'ingresso nel CdA di Enel Green Power è stato fortemente voluto anche da Inarcassa, in quanto azionista, sono in molti ad aspettarsi un interessamento da parte del Presidente della Cassa di Previdenza di Architetti e Ingegneri affinché pratiche commerciali di questa natura, lesive della dignità professionale, spariscano dal web.

Riportiamo di seguito il testo della petizione.
Negli ultimi anni la crisi ha investito pesantemente il nostro paese. In particolare il mercato immobiliare ha subito un vero e proprio blocco creando in un ristretto arco di tempo centinaia di migliaia di disoccupati. Non sono esclusi da questa congiuntura i liberi professionisti architetti ed ingegneri che si sono ritrovati da un giorno all'altro senza lavoro. In un momento così difficile la scellerata scelta di una riforma Inarcassa che ha portato ad un significativo aumento delle quote di versamento dei contributi ed allo stesso tempo, a parità di versamenti, una forte riduzione della pensione. In questi giorni la goccia che ha fatto traboccare il vaso e che aggiunge a tutto questo è uno sberleffo verso centinaia di migliaia di professionisti che stano cercando di sopravvivere. Infatti sono comparsi nelle pagine di Groupon diverse offerte di certificazioni energetiche a 34 € visibili a questo link:
http://www.groupon.it/deals/pescara/gruppo-green-power-spa/34108873?p

Ma cosa c'entra tutto questo con la Presidente Muratorio?
La società che insieme a Groupon propone questa offerta è Gruppo Green Power spa, società per azioni che, con ben 43 sedi dislocate su tutto il territorio nazionale, è tra i principali affiliati di Enel Green Power spa, società nel cui CDA è presente l'architetto Paola Muratorio che riveste, parallelamente, come tutti sappiamo, l'incarico di Presidente Inarcassa. Di fatto quindi abbiamo, secondo le migliori tradizioni italiane, un soggetto con doppio incarico che mentre presiede la cassa nazionale degli architetti ed ingegneri fa parte del CDA di una spa che opera nel settore dell'energia in cui uno dei principali affiliati opera fornendo prestazioni professionali, in particolare Attestati di Prestazione Energetica (attività per altro non presente nell'oggetto della società) con costi e modalità che ledono l'intera categoria professionale. L'azienda Gruppo Green Power spa applica una politica di devastazione della professione senza che Enel Green Power spa nel cui CDA c'è la Presidente Inarcassa faccia nulla.

Nello specifico, aldilà delle questioni legali legate alla violazione dell'articolo 2233 del Codice Civile circa il decoro professionale ed alla violazione dell'articolo 9 comma 4 della L.27 del 24/03/2012 che sancisce l'obbligo del contratto tra professionista e committente corredato da regolare polizza assicurativa, nella fattispecie non sappiamo neanche chi svolgerà realmente la prestazione. Tutto questo è sconcertante e riconducibile perfino ad un'azione penale, se si accertasse che chi propone l'offerta non ha i requisiti per farlo.

Noi architetti ed ingegneri quindi, prima caricati di aumenti previdenziali in un momento delicatissimo per la nostra vita professionale, ora attaccati violentemente ed in modo scorretto sul campo della professione chiediamo le immediate dimissioni dell'architetto Paola Muratorio dalla Presidenza Inarcassa e l'immediata sospensione di tutte e offerte su Groupon fatte da società Enel o loro affiliate.

A cura di Ing. Gianluca Oreto

© Riproduzione riservata

PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. n.163/2003 e secondo le finilità illustrata nell'informativa