Chi vigila sulla Vigilanza?Arrestato l'ex presidente dell'AVCP Giuseppe Brienza

04/07/2014

9.835 volte
Arrestato l'ex Presidente dell'Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture Giuseppe Brienza che è stato accusato di corruzione nell'ambito dell'indagine dello scandalo Axsoa.

L'ex Presidente dell'AVCP si trova adesso agli arresti domiciliari e dovrà rispondere al reato di corruzione per avere accettato denaro e altre utilities da parte di Mario Calcagni, amministratore della Axsoa, Società organismo di attestazione (Soa), ovvero la struttura che dovrebbe verificare la validità delle imprese che partecipano agli appalti pubblici. In particolare, Brienza avrebbe ottenuto "il conferimento dell'incarico di consulente del lavoro per la Axsoa spa in favore della propria compagna, più un rapporto di consulenza con la stessa Axsoa spa, una volta conclusa l'attività nell'Avcp, retribuito con la somma di 5mila euro al mese per un anno (2011-2012)".

Indagato per abuso d'ufficio anche l'ex Presidente dell'AVCP e Presidente della Corte dei Conti, Luigi Gianpaolino per aver intenzionalmente procurato agli imprenditori Calcagni e Gherardi (Alfredo Gherardi, amministratore della Soanc spa e della Psq srl) un ingiusto vantaggio patrimoniale rappresentato dal consentire il passaggio dell'intero pacchetto clienti dalla Soanc spa all'Axsoa spa". Operazione che ha portato a Gherardi un guadagno di 2,6 milioni di euro dalla vendita delle quote della Soanc spa e a Calcagni, grazie al "rilevantissimo aumento del valore dei ricavi dell'Axsoa spa in seguito a fusione per incorporazione della Soanc spa, passati da 1,2 milioni nel 2007 a 5,5 milioni nel 2008".

C'è proprio da domandarselo: chi controlla in Italia l'operato delle Autorità di Vigilanza?Chi controlla quelle Autorità amministrative indipendenti che, almeno in teoria, avrebbero lo scopo di garantire il rispetto dei principi di trasparenza e correttezza nei diversi settori di loro competenza?

Per quanto concerne il rispetto delle regole della concorrenza nelle procedure di gara o, più in generale, per vigilare sull'osservanza delle norme del D.Lgs. n. 163/2006 e quindi anche sul sistema di qualificazione delle imprese (SOA), in Italia fino a pochi giorni fa ci pensava l'Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture le cui funzioni sono state completamente trasferite dal D.L. n. 90/2014 all'Autorità Anti Corruzione.

Mi riesce strano immaginare che chi lavora all'AVCP non sapesse di quanto stesse accadendo nei piani alti...La domanda nasce, dunque, spontanea: riuscirà, a questo punto, il neo Presidente dell'ANAC Raffaele Cantone a far funzionare il vecchio personale dell'AVCP?

© Riproduzione riservata



Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa