Anac: Bando-tipo per l’affidamento di contratti pubblici nei settori ordinari

14/10/2014

5.418 volte
L’ANAC (Autorità nazionale anticorruzione) ha pubblicato il Bando-tipo n. 2 del 2 settembre 2014 relativo all’affidamento di lavori pubblici nei settori ordinari: procedura aperta per appalto di sola esecuzione lavori, contratti di importo superiore a euro 150.000 euro, offerta al prezzo più basso.
Ricordo che il bando-tipo è stato pubblicato in attuazione dell’art. 64, comma 4-bis, del Codice dei contratti (D.lgs. n, 163/2006).
Il bando-tipo, predisposto a seguito della consultazione pubblica degli operatori del mercato e previa acquisizione del parere del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, consiste in uno schema di disciplinare di gara contenente le norme integrative al bando per l’affidamento degli appalti di sola esecuzione, da aggiudicarsi mediante la procedura aperta e con il criterio del prezzo più basso, ai sensi degli artt. 53, comma 2, lett. a), 54, comma 2, e 82 del Codice dei contratti.

Lo schema di disciplinare tiene conto delle modifiche normative apportate dal decreto-legge 28 marzo 2014, n. 47, convertito dalla legge 23 maggio 2014, n. 80 alle modalità di partecipazione in RTI e al sistema di qualificazione, mediante il rinvio alla nuova elencazione delle categorie di lavorazioni a qualificazione obbligatoria e categorie super-specialistiche prevista dalla citata norma.
Il modello che è preceduto dalle istruzioni per la compilazione è, anche, accompagnato da una nota illustrativa in cui sono riportate le indicazioni operative per la corretta gestione della procedura di gara e sulle modalità di utilizzo del modello, dalla disciplina dell’analisi di impatto della regolamentazione (AIR), da una nota illustrativa e da due schede in formato .xls relative all’esempio di lista delle categorie di lavorazioni e forniture previste per l'esecuzione dei lavori ed all’esempio dati da acquisire per l'analisi del prezzo.

Trascorsi 12 mesi, durante i quali le stazioni appaltanti potranno formulare osservazioni e commenti, il modello sarà sottoposto a verifica di impatto della regolazione come previsto dall’apposito Regolamento dell’Autorità.


© Riproduzione riservata



PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa